Ominide 4479 punti

Vita nova

La “Vita nova” è un opera di Dante sviluppata nel periodo stilnovistico ed è un opera unitaria organica nella lirica d’amore e non è un opera autobiografica. La Vita nova narra una storia di un amore, quindi è una storia idealizzata unitariamente sul tema dell’amore. Composta tra il 1292 e il 1294, l’opera che ripercorre la storia dell’amore di Dante per Beatrice, presenta una struttura profondamente innovativa: è il primo esempio del genere prosimetro che è un componimento misto di prosa e poesia. Le prose sono 44, mentre i componimenti poetici sono 30. Con le prose, Dante scrive un introduzione tra i vari sonetti e crea dei collegamenti fra le varie parti. La Vita nova è stata assemblata dopo la morte di Beatrice, quando è incominciato il suo traviamento, ovvero il suo dolore. Quindi in questa fase Dante ha concepito un opera per osannare la donna amata ma mai posseduta e quindi diviene il centro dell’idealizzazione amorosa di Dante. Dante, estrapola le liriche dedicate a Beatrice tra tutte le sue opere e le unisce tutte in uno e queste sono le liriche ovvero i sonetti. Nell’opera l’amore per Beatrice è vissuto come esperienza totalizzante, capace di produrre un profondo rinnovamento spirituale. Dante giunge al superamento della concezione stilnovistica della donna: ella non ha soltanto le sembianze di un angelo, ma è un’entità sovrannaturale.

Hai bisogno di aiuto in Vita ed opere di Dante?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email