Erectus 630 punti

Legno

È la materia prima fornita dagli alberi, a seconda dell’uso che si fa si divide in:
* legna: se fornisce combustibile
* legname da lavoro: da opera, da costruzione, da industrie,…
In una pianta si può avere:
* radici: dove l’albero si nutre dal terreno sotto forma di soluzioni
* fusto: trasporta il nutrimento verso la chioma
* rami: espongono la chioma all’aria e alla luce.
Le radici e i rami servono per la legna da ardere, il fudto è utilizzato per ricavare il legname da costruire.
Le operazioni che servono per trasformare la pianta in legno sono:
* abbattimento: di solito avviene in inverno quando l’attività vegetativa è minore. Il tronco tagliato alla base, alcune volte viene fatta anche una ramatura che serve a non danneggiare le piante vicine
* ramatura: consiste nel tagliare i rami della pianta che sono stati appena abbattuti
* scortecciatura: avviene subito dopo l’abbattimento, per facilitare l’essicazione e il trasporto
* troncatura: i tronchi possono essere trasportati interi o dopo essere stati tagliati in pezzi più corti
* trasporto: il trasporto può avvenire in vari modi: trasporto per via terrestre, per rotolamento dei tonchi, per trascinamento, per gravità, trasporto per via acqua, trasporto per via aerea
* lisciviazione: serve ad eliminare dal legno tutte le sostanze che possono costituire nutrimento per organismi parassiti. Si effettua con un lavaggio in acqua corrente
* taglio e stagionatura: i tronchi sono conservati in depositi all’aria aperta formando grosse cataste. I tronchi vengono tagliati con seghe meccaniche in tavole o travi. Le tavole poi vengono sottoposte ad una stagionatura naturale o artificiale.
I legnami si distinguono tra di loro per le diverse proprietà fisiche, meccaniche e tecnologiche. La massa volumica viene misurata in Kg/dm3, dipende dal tipo di legno e dal grado di umidità.
Si distingue per il colore, per la tessitura, per la venatura.
Il legno è sempre soggetto ad una contrazione per perdita di umidità e ad una dilatazione. In base alla durezza, si dividono in:
* legni forti: rovere, noce, olmo
* legni teneri: abete, pioppo.

Registrati via email