Trasformazione chimica e fisica

Obiettivi

- preparare un miscuglio ;
- distinguere trasformazioni chimiche da fisiche.

Teoria

La differenza tra una trasformazione chimica e fisica sta nel fatto che una trasformazione fisica provoca un cambiamento fisico nella materia, non genera nuove sostanze ed è reversibile, mentre una trasformazione chimica comporta una variazione della composizione chimica, genera una nuova materia ed è irreversibile.

Materiale occorrente

Necessitiamo di due vetrini da orologio con all’interno bicarbonato e terriccio, due Becker con aceto e acqua. Abbiamo poi bisogno di una spatola per prelevare in piccole quantità le due sostanze all’interno dei vetrini da orologio. Abbiamo poi bisogno di una pipetta per prelevare i liquidi.

Procedimento

- Tramite la spatola bisogna inserire piccole quantità di bicarbonato in un Becker e con il cucchiaio il terriccio in un altro.
-Bisogna quindi inserire con una pipetta l’acqua nel Becker con terriccio, bisogna poi mescolare tramite una bacchetta di vetro; si ha quindi ottenuto una trasformazione chimica.

-Bisogna poi versare tramite sempre una pipetta l’aceto all’interno di un Becker con bicarbonato, questo inizierà a trasformarsi producendo piccole bollicine, si ha quindi ottenuto una trasformazione chimica.

Osservazioni

Abbiamo potuto osservare le differenze tra reazione chimica e fisica e mettere a confronto le due reazioni. Inoltre abbiamo potuto quindi osservare una reazione chimica.

Conclusione

Gli obiettivi sono stati raggiunti e abbiamo potuto dedurre i metodi di preparazione di una trasformazione relativamente semplice.

A cura di Leonardo Fratta

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email