Ominide 230 punti


Tecniche di separazione di un miscuglio omogeneo liquido-liquido

Pre-requisiti: sapere cos’è un miscuglio omogeneo liquido-liquido, saperlo distinguere da altri miscugli, sapere quali possono essere i diversi metodi di separazione, saper usare il mantello riscaldante, il pallone codato, il tubo refrigerante e il becker.

Obbiettivo: arrivare a separare un liquido da un liquido.

Materiale occorrente: becker, agitatore, carta da filtro, pennarelli, mantello riscaldante, pallone codato, appoggio per pallone codato, tubo refrigerante, appoggio per tubo refrigerante.

Procedimenti

1. Creare un miscuglio omogeneo liquido-liquido.

Per dividere un miscuglio omogeneo liquido-liquido esistono due metodi diversi: cromatografia e distillazione.

1. Cromatografia

a. Piegare e graffettare la parte alta della carta da filtro
b. Tracciare una linea ad 1 cm dalla fine della parte bassa
c. Fare tre punti con tre pennarelli diversi
d. Prendere l’agitatore e infilarlo dove abbiamo piegato e graffettato
e. Prendere un becker e riempirlo d’acqua in modo che la carta da filtro la sfiori
f. Inserire la carta da filtro
g. Aspettare e in seguito prelevare la carta da filtro


2. Distillazione

a. Prendere il pallone codato il tubo refrigerante e il becker e sciacquarli con acqua distillata
b. Riempire il pallone codato con il miscuglio in questione
c. Chiudere il pallone codato e appoggiarlo sul suo appoggio
d. Collegare il tubo refrigerante al pallone codato e appoggiare anch’esso sul proprio appoggio
e. Mettere il becker allo sbocco del tubo refrigerante
f. Mettere il mantello riscaldante sotto la base del pallone codato e accenderlo
g. Aspettare che il miscuglio raggiunga la temperatura d’ebollizione
h. Prelevare il distillato

Registrati via email