Ominide 230 punti

Tecniche di separazione per miscuglio eterogeneo
liquido-solido

Pre-requisiti: sapere cos’è un miscuglio eterogeneo liquido-solido, saperlo distinguere tra altri miscugli eterogenei; sapere quali sono i metodi di separazione; saper usare la centrifuga, pipetta e l’imbuto; saper piegare la carta da filtro.

Obbiettivo: arrivare a separare un liquido da un solido.

Materiale occorrente: centrifuga, provette a fondo conico, sostegno, imbuto, becker da raccolta, carta da filtro, pipetta, provetta e spruzzette.

Procedimenti

1.Creare un miscuglio eterogeneo con due componenti (uno liquido e uno solido).

Per dividere il miscuglio eterogeneo liquido-solido ottenuto esistono tre diversi metodi: filtrazione, centrifugazione e decantazione.

1. Filtrazione

a. Sciacquare con acqua distillata il becker da raccolta

b. Posizionare l’imbuto sul sostegno e il becker sotto l’imbuto
c. Piegare e posizionare la carta da filtro nell’imbuto
d. Bagnare la carta da filtro con acqua distillata per farla aderire all’imbuto
e. Inserire il miscuglio in questione
f. Prelevare la sostanza filtrata

2. Centrifugazione

a. Sciacquare le provette a fondo conica con acqua distillata
b. Riempire una provetta a fondo conico con il miscuglio in questione e l’altra con acqua distillata
c. Inserire le provette nella centrifuga stando attenti a bilanciare il peso
d. Inserire nella centrifuga tempo e velocità di rotazione
e. Togliere le provette dalla centrifuga
f. Dividere il liquido dal solido per mezzo della pipetta

3. Decantazione

a. Sciacquare la provetta con acqua distillata
b. Inserire il miscuglio in questione nella provetta
c. Aspettare che il solido si depositi sul fondo della provetta grazie alla forza di gravità
d. Prelevare il liquido dalla provetta

Registrati via email