Ominide 232 punti

Le proprietà periodiche

Il raggio atomico è la misura della distanza media tra il nucleo e gli elettroni del livello più esterno.
Si definisce energia di ionizzazione (Ei), l’energia che occorre fornire a un atomo isolato (allo stato gassoso) per allontanare da esso un elettrone.
Si definisce affinità elettronica (Eaf), l’energia che un atomo isolato allo stato gassoso libera quando acquista un elettrone.
Minore è il valore dell’energia di ionizzazione, più alta è la tendenza dell’atomo a cedere elettroni e a trasformarsi in catione. Maggiore è il valore dell’affinità elettronica, più alta è la tendenza di un atomo ad acquistare elettroni e a trasformarsi in anione.
Gli ioni negativi hanno un raggio ionico maggiore di quello dell’atomo neutro da cui derivavano, poiché l’eccesso di elettroni (rispetto ai protoni) riduce la capacità di attrazione elettrostatica del nucleo su ognuno di essi e la nuvola elettronica si espande; gli ioni positivi hanno un raggio ionico inferiore a quello dell’atomo neutro da cui derivano, poiché la riduzione del numero di elettroni premette al nucleo di attrarre più intensamente ognuno di essi e la nuvola elettronica si comprime. Una netta riduzione del raggio ionico è spesso determinata dalla scomparsa di un livello esterno.

L’elettronegatività è la tendenza degli atomi ad attirare a sé gli elettroni messi in comune con altri atomi (elettroni di legame).

Registrati via email