Home Invia e guadagna
Registrati

Password dimenticata?

Registrati ora.

Principio e Numero di Avogadro

Spiegazione sul Principio e sul Numero di Avogadro

E io lo dico a Skuola.net
Principio e Numero di Avogadro
Sappiamo che una mole di una sostanza solida o liquida ha un volume che cambia da sostanza a sostanza; però nei gas accade che nelle stesse condizioni di pressione e temperatura, una mole di qualsiasi gas occupa sempre lo stesso volume. Ciò significa che il volume di un gas non dipende dalla natura del gas, ma dal numero di moli presenti. Sappiamo anche che una mole di qualsiasi sostanza contiene lo stesso numero di molecole, da ciò possiamo dire che:
Volumi uguali di gas diversi, nelle stesse condizioni di pressione e temperatura, contengono lo stesso numero di molecole.
Tale affermazione è nota come Principio di Avogadro.

Fu infatti Amedeo Avogadro, dopo aver misurato il volume di gas a diverse temperature e a varie pressioni, a giungere alla conclusione che:
Una mole di gas alla temperatura di 0°C e alla pressione di 1 atmosfera occupa sempre 22,4 litri, qualunque sia la natura del gas.
Oggi con le unità del Sistema Internazionale di Misura si dice che, in condizioni termodinamiche standard, cioè alla pressione di 1,013 x 10^5 Pascal e alla temperatura di 273° Kelvin, una mole di gas, qualunque sia la sua natura, ha un volume pari a 0,024 m3.
Quante molecole sono contenute in una mole di una qualsiasi sostanza?
Il calcolo è semplice. Sappiamo che:
N = Massa di una mole di H/Massa di una molecola di H = N° molecole contenute in una mole di H.
Sostituendo con la massa dell’atomo di H (1,66 x 10-27 Kg):
N = 2 x 10^-3 \fracKg / 2 x 1,66 x 10^-27 Kg = 6,022 x 10^23
Il numero N è il Numero di Avogadro.
Allora si ha una nuova definizione di mole:
Mole è la quantità di sostanza che contiene 6,022 x 10^23 particelle.
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare