Genius 3813 punti

I pericoli della radioattività

Nonostante le loro molteplici applicazioni positive, l’esposizione incontrollata agli isotopi radioattivi può essere nociva per gli organismi viventi, poiché danneggia diverse molecole importanti presenti all’nterno delle cellule, in particolare il DNA. Infatti, le particelle e l’energia emesse dagli atomi radioattivi possono spezzare i legami tra gli atomi, causando contemporaneamente la formazione di altri legami diversi da quelli originali. La gravità del danno dipende dal tipo e dalla quantità di radiazioni assorbite dall’organismo.
Anche alcune fonti naturali di radiazioni possono rappresentare una minaccia per la salute: il radon, per esempio, è un gas radioattivo che può provocare il cancro nei polmoni. Il radon può contaminare gli edifici costruiti su terreni in cui sono presenti rocce contenenti uranio; le concentrazioni di questo gas nell’ambiente e nelle abitazioni possono essere misurate per mezzo di appositi rilevatori, come il contatore Geiger.

Registrati via email