Fabbian di Fabbian
Ominide 76 punti

Oro

Metallo nobile, lucente, di colore giallo, che non si altera per effetto dell'azione dell'aria o dell'acqua. Per la sua rarità, duttilità e malleabilità, è considerato uno dei metalli più preziosi. Elemento chimico di numero atomico 79, peso atomico 196,967 e simbolo Au (dal nome latino aurum). Nella tavola periodica degli elementi costituisce l'elemento più pesante del I gruppo, sottogruppo B, e ha come omologhi inferiori il rame e l'argento. Sebbene sia un metallo molto raro, è reperibile in natura allo stato nativo e, per la sua inalterabilità, il suo colore caratteristico e la sua elevata densità, è facilmente riconoscibile. L'oro fu uno dei primi metalli scoperti dall'uomo e il suo impiego è accertato già nel 4.000 a.C., sia presso gli Egizi sia presso i Babilonesi. Venne utilizzato fin dall'antichità come metallo base per coniare monete e fabbricare gioielli e fu tesaurizzato in tutto il mondo. Solo negli ultimi decenni del XX sec., a causa del forte aumento del consumo industriale, ha avuto inizio un progressivo processo di demonetizzazione, cioè di abolizione dell'impiego dell'oro come metallo base per coniare monete e come mezzo di pagamento internazionale.

Registrati via email