Legami

Si dividono in:
Intramolecolari, cioè che avvengono per formare le molecole
Intermolecolari, cioè legami che avvengono tra molecole.

Legami intramolecolari

Ci sono 4 tipi di legame Intramolecolare:
Covalente Puro: vengono condivisi gli elettroni tra gli atomi che formano il legame;
Ionico: gli atomi sono legati da una forte attrazione e il meno elettronegativo cede definitivamente gli elettroni;
Covalente Polare : l'atomo più elettronegativo non riesce ad attrarre completamente a se l'elettrone donato dall' altro atomo, perciò è come se rimanesse a metà tra i due atomi;
Dativo: l'atomo che attrae un elettrone accoppia gli elettroni spaiati per fare spazio all'elettrone in arrivo.
I legami covalenti sono più difficili da spezzare perchè devi distruggere tutti i legami creati tra gli elettroni, mentre nel legame ionico basta allontanare i due poli.

Legami intermolecolari

Si formano perchè negli atomi delle molecole si formano polo positivo e negativo.
I seguenti legami sono dette “ Forze di van der waals”, e sono:
Dipolo-dipolo: Per formarli è sufficiente avvicinare due poli già formati;
London: Avvicini due poli che si formano solo quando sono legati, infatti se allontano le molecole i poli non esisitono più;
Dipolo-Dipolo indotto: Avvicini due poli di cui uno è indotto come nella forza di London.
Legame ad idrogeno: Forza attrattiva che si stabilisce tra molecole che contengono un atomo d'idrogeno legato a un atomo piccolo , molto elettronegativo o che abbia un doppietto libero.
TEORIE :
Lewis: Rappresenta gli elettroni di valenza dell'atomo con un pallino facendo notare i doppietti;
Teoria VBSR: Gli atomi e i loro doppietti si dispongono nello spazio per occupare più spazio possibile;

Solubilità

In chimica si definisce solubilità (o miscibilità) di un soluto in un solvente, a determinate condizioni di temperatura e pressione, la massima quantità di un soluto che in tali condizioni si scioglie in una data quantità di solvente, formando in tal modo un'unica fase con esso.
Il rapporto tra soluto e solvente per unità di soluzione è espressa dalla concentrazione.
La solubilità di un certo soluto in un certo solvente dipende, oltre che dalle caratteristiche delle due sostanze, anche dalla temperatura e dalla pressione.
Molecola Polare( In base alla geometria che caratterizza l'atomo) : molecola che dispone gli atomi in modo che tutti abbiano uno spazio preciso tipo a tetraedro o triangolo;

Molecola Apolare: dispone gli atomi in modo che siano tutti schiacciati perchè il doppietto occupa spazio e non assume forme geometriche precise.

Formule concentrazioni , molarità e molalità

c%m/m = massa soluto: massa solvente
c% m/V = massa soluto : volume soluzione
c% V/V = volume solvente : volume soluzione
NB. nelle prime tre formule il volume è in millilitri e la massa in grammi

M(molarità) = n ( numero di moli ) : volume soluzione
m ( molalità) = n : massa soluzione
NB. in queste due formule la massa è in chili e il volume in litri.

Numero di moli ( n ) = massa : Massa molare
Molarità iniziale x Volume iniziale= Molarità finale x volume finale

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email