Ominide 229 punti

I legami chimici


La forza per la formazione dei legami chimici avviene essenzialmente per formare l’ottetto cioè acquistando gli elettroni o mettendoli in compartecipazione. Si formano così diversi leggi chimici.
Cos’è necessario affinché si formino legami chimici?
E’ necessario che due atomi, che non hanno la configurazione elettronica dell’ottetto esterno, si avvicinano è necessario gli elettroni di valenza devono accavallare gli orbitali dove si trovano gli elettroni di valenza. Man mano che questo elettroni si avvicinano avvengono due fenomeni: Un’attrazione tra elettroni e nuclei (che sono di carica opposta) -> gli elettro sono attratti ora da un nucleo, ora da un altro nucleo, ma essendo che i nuclei, entrambi di carica positiva, tendono ad allontanarsi. Quindi se da un lato tendono ad attrarsi, da un altro tendono ad allontanarsi (repulsione nucleo-nucleo)
Affinchè quindi avvenga un legame chimico, i due nucleo devono trovarsi ad una giusta distanza.
Questa giusta distanza è definita lunghezza di legame cioè la distanza tra un nucleo e un altro in cui si equilibrano le due forze.
Per poter rompere un legame chimico bisogna spendere energia, definita energia di legame cioè l’energia che bisogna fornire a una mole di sostanza per rompere il legame che unisce gli atomi. Si misura in kilojoule per mole.
Una molecola che ha realizzato un legame chimico è in condizione di minore energia, ma di maggiore stabilità. Se vado ad analizzare la situazione energetica di una molecola essa sarà minore rispetto all’energia di ogni singolo atomo che forma la molecola.
La struttura di Lewis
Un chimico statunitense, Lewis, a proposito della configurazione elettronica esterna.
Il litio ha un solo elettrone esterno -> per Lewis è indicato dal simbolo chimico e da un puntino che rappresenta l’elettrone esterna. Il Berilio a sua volta avrà due puntini, cioè due elettroni esterni. Attenzione però i puntini non sono accanto, ma vengono sistemati secondo la regola di spin. Così via per il B, C, N, O, F e Ne.
Andiamo ad analizzare l’ossigeno per esempio: (XVII gruppo) ha sei elettroni di valenza avrà due dialetti (accoppiati) e un monopletto (cioè singolo). Così via per gli altri…
Questa configurazione serve poi per identificare i legami chimici.

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email