Fabbian di Fabbian
Ominide 76 punti

Idruri

gli idruri sono composti binari formati da due elementi diversi:
* idrogeno (diventa ione negativo, acquistando l'elettrone) che è un non metallo e si presenta con carica di ossidazione -1;
* i metalli (gli elementi del I II e III gruppo) che cedendo l'elettrone danno uno ione positivo.

La tipica reazione che descrive la formazione degli idruri metallici è la seguente

[math]M e+\frac{x}{2} H_2 \rightleftharpoons M H_x+calore[/math]

Qui il metallo viene indicato con l'elettrone che cede: per ogni molecola di idrogeno possono essere create due molecole di idruro, pertanto la reazione viene bilanciata come in precedenza. La doppia freccia indica, inoltre, che la reazione è reversibile.

La nomenclatura tradizionale prevede la denominazione "idruro di" seguito dal nome dell’elemento X.

La nomenclatura IUPAC prevede la denominazione “idruro di” seguita dal nome dell'elemento X, utilizzando anche opportuni prefissi che precedono il termine “idruro”. I prefissi dei nomi IUPAC corrispondono ai numeri che compaiono nelle formule (2 = di; 3 = tri; 4 = tetra; 5 = penta; 6 = esa; etc.).

Registrati via email