Eliminato 228 punti

Ciclo a vapore ultrasupercritico

Ogni gruppo di un impianto termoelettrico basato sul ciclo a vapore ultrasupercritico comprende, in estrema sintesi, i seguenti componenti:

• una caldaia, alimentata a polverino di carbone, che produce vapore surriscaldato alla pressione di 300 bar e alla temperatura di 600°C e ri-surriscalda alla temperatura di 620°C il vapore proveniente dallo scarico della turbina a vapore di alta pressione a circa 60 bar;

• una turbina a vapore costituita dalle sezioni di alta pressione (per espandere il vapore prodotto a 300 bar fino alla media pressione), di media pressione (per espandere il vapore ri-surriscaldato in caldaia fino alla bassa pressione) e di bassa pressione (per espandere il vapore dalla bassa pressione fino al vuoto garantito dal condensatore raffreddato ad acqua di mare).

Gli elevati parametri termici del ciclo, l’elevata efficienza dei componenti e l’installazione di preriscaldatori di bassa e alta pressione consentono di raggiungere un’efficienza netta del ciclo per la produzione di energia elettrica molto elevata (oltre il 45%).

Hai bisogno di aiuto in Inorganica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email