Bannato 1011 punti

La regola della complementarietà delle basi fu dunque la scoperta più importante di Watson e Crick, con essa si riusciva a spiegare come il dna potesse duplicarsi prima della divisione cellulare.
Infatti nota la sequenza di nucleotidi su un filamento di dna è automaticamente possibile costruirne il filamento ad esso complementare.
La molecola del dna, oggi è considerata la sede dei caratteri ereditari, i geni infatti sono costitutiti da dna.
Essa è formata da due filamenti polinucleotidici, ogni filamento è formato da una successione di nucleotidi dove, lungo un filamento, lo zucchero a cinque atomi di carbonio è legato al successivo.
Ognin zucchero è legato ad una base azotata che si lega alla base ad essa complementare con un legame debole a idrogeno, questo legame permette ai filamenti di essere uniti.
I legami a idrogeno sono due quando uniscono adenina con timina, sono tre se invedce uniscono citosina con guanina.

I due filamenti polinucleotidici sono antiparalleli, hanno cioè verso opposto, il secondo filamento è capovolto rispetto al primo.
Le basi azotate sono quattro: due purine formate da due anelli condensati a cinque atomi di carbonio e quattro atomi di azoto (adenina e guanina) e due piramidine, formate da un anello di quattro atomi di carbonio e due atomi di azoto (citosina e timina, uracile nell'rna)

Hai bisogno di aiuto in Genetica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email