Elementi basilari

Genetica: ramo della biologia che studia la trasmissione dei caratteri ereditari.
Cromosomi: piccoli 46 corpiccioli presenti nel nucleo delle cellule. Ogni cromosoma è formato da due parti perfettamente uguali, i cromatidi che sono uniti in corrispondenza di un punto chiamato centromero.                                 
Mitosi: (duplicazione cellulare)Prima che avvenga la divisione cellulare, i cromosomi si duplicano. Quando la cellula si divide, i cromosomi si separano.                                                

Meiosi: i gameti  si formano attraverso un processo di divisione detto meiosi.  
- All’inizio della meiosi, i cromosomi si duplicano (come nella mitosi);
- i cromosomi omologhi (uguali per forma e informazioni contenute provenienti uno dalla madre e uno dal padre), si separano migrando verso i poli opposti della cellula, mentre i cromatidi non si separano come nella mitosi;
- le due cellule che si originano de questa divisione, possiedono la metà di cromosomi della cellula madre, quindi 23 cromosomi. 
Geni: piccolissimi tratti allineati sul cromosoma in posizioni fisse, hanno dimensioni che possono variare da 0,01 a 0,1 micron. A loro volta i geni sono porzioni di acido desossiribonucleico più brevemente detto DNA. I geni sono le unità fondamentali per la trasmissione dei caratteri ereditari: essi contengono le istruzioni necessarie per produrre o influenzare un particolare carattere che viene trasmesso dai genitori ai figli per via ereditaria. I geni omologhi vengono chiamati alleli. Gli alleli, si trovano su due cromosomi omologhi e sono responsabili della trasmissione di uno stesso carattere ereditario. Gli alleli possono essere identici tra loro (cioè dare le stesse informazioni si uno stesso carattere ereditario), in questo caso, l’individuo si dice omozigote per quel carattere. Oppure possono essere diversi tra loro e in quel caso l’individuo si dice eterozigote per quel carattere. un allele viene definito dominante quando i suoi effetti su un certo carattere dominano su quelli dell’allele corrispondente il quale viene detto recessivo. La combinazione degli alleli che un individuo possiede costituiscono il suo genotipo vale a dire l’insieme delle sue caratteristiche interne invece con il termine fenotipo si indica l’insieme delle sue caratteristiche esteriori.                                      
DNA: il DNA è una molecola dalla struttura a doppia elica. Ogni filamento è una catena di quattro unità diverse, i nucleotidi. Ciascun nucleotide è formato da una molecola di zucchero (desossiribosio), da una molecola di acido fosforico e da una molecola di un composto chimico: la base azotata. Le basi azotate sono quattro: adenina (A), guanìna (G), timina(T) e cìtosina(C) e perciò sono quattro anche i tipi di nucleotidi. I nucleotidi di ogni filamento, sono uniti tra loro con una molecola di acido fosforico. Invece i due filamenti sono tenuti insieme la legami tra le coppie di basi azotate. Questi legamenti non sono casuali: l’adenìna si può legare solo con la tìmina e la timina solo con l’adenìna e la citosìna so può legare solo con la guanìna e la guanìna solo con la citosìna.  

Registrati via email