Bannato 1011 punti

In questo caso l'enzima primasi sintetizza vari tratti di rna primer complementare al secondo filamento che fungono da innesco per la dna polimerasi che aggiunge i nucleotidi all' estremità del terzo atomo di carbonio dello zucchero.
Si formano tanti segmenti, detti frammenti di Okazaki, ognuno formato da primer e da nucleotidi, successivamente la dna polimerasi elimina i primer e un altro enzima, la dna ligasi invece unisce i frammenti formando il filamento.
Alla fine della duplicazione si avranno due molecole di dna identiche alla molecola originaria, ognuna formata da un filamento vecchio e da uno nuovo, pertanto la duplicazione viene definita semiconservativa.
Il processo di duplicazione del dna è abbastanza complicato, implica la presenzav di numerosi ernzimi e anche se è veloce ed estremamente preciso, si possono verificare degli errori.
La possibiltà di errore riguarda un nucleotide su un miliardo.
La dna polimerasi durante la sintesi del filamento complementare può posizionare un nucleotide sbagliato lungo il filamento, oppure possono verificarsi errori nell'appaiamente delle basi.

Esistono degli enzimi, detti enzimi di riparazione, che individuano e correggono gli errori eliminando i nucleotidi sbagliati.
Nonostante gli enzimi di riparazioni molti errori possono sfuggire dando luogo a mutazioni che possono essere dannose, insignificanti o utili per l'organismo.
Queste ultime contribuiscono ad aumentare la variabilità genetica.

Registrati via email