Corra96 di Corra96
Moderatore 3570 punti

Estrazione del DNA

I procedimenti sono diversi, ma consiste essenzialmente in tre fasi:
1. Demolizione della struttura cellulare e rimozione dei lipidi con un detergente.
2. Digestione delle proteine (loro riduzione in aminoacidi), in particolare degli istoni, attraverso l’enzima proteasi.
3. Precipitazione del DNA in freddo etanolo o in isopropanolo . Il DNA è insolubile nell’alcol e si lega con quest’ultimo; in questo modo vengono rimossi anche i sali.
Il DNA prima di essere amplificato deve essere purificato.

Estrazione del DNA delle banane - Protocollo

1) Purea di banane - Togliere la buccia a una banana. - Tagliare la banana in due. - Schiacciare la metà della banana in un becher con una forchetta. Questa tappa permette di disgregare i tessuti e di rendere fragili le pareti cellulari.
2) Lisi delle cellule - Aggiungere 50 ml d’acqua, 2 cucchiai da caffè di sale da cucina e un cucchiaio di detersivo per lavare i piatti. - Mescolare delicatamente con una forchetta per ottenere una miscela omogenea. Il detersivo permette la lisi delle cellule dissolvendo le membrane cellulari. Il DNA è così liberato. Il detersivo permette anche di sbarazzarsi di una parte delle proteine legate al DNA. Il sale permette di neutralizzare le cariche negative (portate dai gruppi fosfati) del DNA eliminando le molecole di acqua che circondano la doppia elica. Ciò permette la sua precipitazione nell’alcool.

3) Eliminazione dei residui - Passare il miscuglio attraverso un filtro per il caffè. Il miscuglio è molto viscoso. Per facilitare la filtrazione, è utile pressare il filtro per far passare la soluzione. Recuperare il filtrato. - Rifiltrare una seconda volta attraverso un nuovo filtro per caffè, come in precedenza. Recuperare il filtrato. La filtrazione permette di togliere i residui cellulari e i pezzi di tessuto non disgregati.
4) Precipitazione del DNA - Prelevare 3 ml del filtrato e trasferirlo nel tubo da 12 o 15 ml. 4 - Inclinando il tubo, aggiungere delicatamente 8 ml di spirito da ardere (alcool). - L’alcool resta sopra il filtrato. Non scuotere il tubo.
5) Visualizzazione del DNA - Il DNA precipita formando una “palla” che risale lentamente in superficie. - Con l’aiuto di uno stuzzicadenti, è possibile prelevare la “palla” e rendersi conto dell’aspetto viscoso dei filamenti di DNA. L’alcool ha una densità più leggera dell’acqua, per questo motivo resta sopra. Il DNA, insolubile nell’alcool, precipita, formando un ammasso biancastro di filamenti che scappa dalla fase inferiore. Girare o inclinare delicatamente il tubo se il DNA non riesce a uscire da questa fase. Nel tubo troviamo milioni di filamenti di DNA provenienti da numerose cellule.

Hai bisogno di aiuto in Genetica?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email