Genius 3813 punti

Teorie Evolutive

Terie evolutive prima di Darwin

Furono tanti gli uomini che si occuparono di spiegare l’evoluzione della specie, sin dai tempi più antichi:
Anassimandro affermava che gli uomini derivano dai pesci;
Tito Lucrezio Caro ammetteva il divenire della natura stessa;
Aristotele affermava che le specie sono immutabili e non si evolvono.

Nel XVII secolo fu formulata la Teoria del creazionismo, la quale affermava l’immutabilità della specie, che si formava per intervento divino. Però cominciarono a diffondersi critiche verso questa teoria, poiché lo studio dei fossili dimostrava lì esistenza di antichi organismi talvolta molto diversi da quelli attuali.

L’evoluzionismo secondo Lamarch

LAMARCH formulò l’ipotesi che negli organismi vi è una spinta interna verso la perfezione e si manifesta attraverso:
≪l^' uso e il disuso≫: quando essi si evolvono per ambientarsi nell’ambiente circostante, mantengono solamente le strutture che utilizzano, mentre eliminano le strutture inutili;
≪l^' ereditarietàdei caratteri acquisiti≫: possibilità di trasmetterei i caratteri acquisiti in vita alle generazioni successive.
Inoltre egli affermò che gli organismi sono capaci di adattarsi all’ambiente.

Cuvier e la teoria del catastrofismo
Secondo Cuvier le specie cambiavano perché si verificavano delle catastrofi, che comportavano la scomparsa di alcune di esse che lasciavano il posto alle altre e non perché si trasformavano, come diceva Lamarch.

Registrati via email