Corra96 di Corra96
Moderatore 3570 punti

Sviluppo embrionale

Il tegumento del seme può essere più o meno rigido, e il suo spessore è compreso tra i 2-3 e i 5 strati di cellule. Come ben sappiamo, l’embrione può essere composto da uno o da due cotiledoni. Se le cotiledoni sono due hanno anche funzione di riserva, e sostituiscono in tutto o in parte l’endosperma. All’interno del seme troviamo endosperma ed embrione. La componente principale dell’endosperma è l’amido, ma possono essere presenti anche olii o proteine. In particolare, attorno all’endosperma, è presente uno strato, chiamato strato aleuronico. Questo strato contiene molte proteine, le quali serviranno all’embrione per poter costruire gli enzimi. Durante la germinazione il seme sfrutta le sostanze di riserva in esso accumulate. La parte radicale fuoriesce per prima, seguita dalla parte epigea. La pianta passa poi dall’eterotrofia all’autotrofia quando si è completata la formazione delle prime foglie vere.

Nel seme e nel frutto alcune parti siano solamente di origine pistillare, mentre altre siano di origine mista. Nel caso in cui si voglia andare a cercare una contraffazione in un prodotto alimentare è necessario analizzare il genoma delle parti solo di origine pistillare, perché se si analizzassero quelle di origine mista non si otterrebbe nessun risultato utilizzabile.

Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email