Osservazione e classificazione di un Geko

MATERIALI OCCORRENTI:
·Microscopio stereoscopico
·Capsula Petri

OBIETTIVI DELL’ESPERIMENTO:
Osservare un Geko

PROCEDIMENTO:
Mettere il geko nella capsula petri, e posizionarla nel microscopio. Osservare zampe, testa e dorso.

OSSERVAZIONI:
Il geko, appare molto simile alla lucertola, se osservato poco attentamente. Infatti la zampa del geko ha cinque dita grassocce, a volte con angolazioni quasi innaturali; la testa è piccola e schiacciata, mentre quella della lucertola è magra e più lunga. Per quanto riguarda il dorso, quello del geko è tozzo, rotondeggiante, mentre la lucertola ha un fisico più slanciato. Entrambi, però, hanno il corpo squamato.

CONCLUSIONI:

·SPECIE: Tarantola mauritanica

·GENERE: Tarentula
·FAMIGLIA: Geconidi
·ORDINE: Squamati
·CLASSE: Rettili
·PHYLUM: Cordati
·REGNO: Degli Animali


La lunghezza del corpo dei gechi è compresa, a seconda delle specie, fra 1,5 e 25 cm La pelle è spesso coperta da minuscole scaglie.Nella maggior parte delle specie gli occhi sono coperti da una membrana trasparente, tenuta pulita dalla lingua grossa e appiccicosa. La maggior parte dei gechi si nutre di notte ed è attratta da insetti e parassiti domestici. Le femmine solitamente depongono due uova bianche con il guscio duro. La maggior parte dei gechi è marrone o grigia; fanno Alcune specie dai colori più sfavillanti. La tarantola (Tarentola mauritanica), nota anche con i nomi volgari di "stellione" o "platidattilo muraiolo", è diffusa in tutta l'Africa settentrionale, nell'Italia peninsulare, in Sicilia e in Sardegna, in Spagna, nella Francia meridionale e sulla costa dalmata.

Registrati via email