ghisi di ghisi
Ominide 50 punti

Protozoi

- Organizzazione cellulare molto complessa

- Possono trovarsi in singole cellule o colonie

- Dentro le colonie operano una divisione del
lavoro tra le cellule

- Riproduzione asessuale per mitosi

- Possibile esoscheletro di protezione

- Nutrizione autotrofa o eterotrofa (parassiti)

- Locomozione per ciglia, flagelli o pseudopodi

- Ampia distribuzione (geografica)

La cellula è complessa: la membrana può essere ulteriormente rivestita da una pellicola

Contiene vacuoli di tipo:

- Alimentare

- Contrattile (prendono acqua e soliti per mantenere la struttura della cellula)

La membrana plasmatica può essere rivestita da una pellicola rigida e flessibile costituita da microtubuli.

Il citoplasma è formato da un ectoplasma (al di sotto della pellicola) e da un endoplasma.

Organelli locomotori: carattere di distinzione (ciglia, flagelli e pseudopodi).

L’escrezione dei rifiuti (principalmente azotati) avviene per semplice diffusione della membrana plasmatica.

L’osmoregolazione avviene per mezzo dei vacuoli contrattili.

Nutrizione

- Autotrofi: Con clorofilla e/o pigmenti fotosintetici.

- Eterotrofi:

o Olozoici: Formazione del vacuolo alimentare dove le particelle di cibo sono sciolte tramite enzimi e poi i rifiuti liberati

o Saprozoici: Scompongono la materia organica presente sul detrito

Citostoma: Apertura boccale.

La nutrizione olozoica implica la fagocitosi a livello del citostoma con formazione di un vacuolo alimentare o fagosoma che viene avvicinato dai lisosomi contenenti gli enzimi digestivi; il materiale indigesto viene espulso per esocitosi a livello del citopigio.

Riproduzione

Principalmente asessuale avviene per scissione binaria o multipla e in alcuni casi per gemmazione.

La riproduzione sessuale può avvenire per coniugazione (scambio dei nuclei di due individui).

La scissione binaria inizia con la mitosi. Con la divisione del citoplasma (citocinesi) gli orfanelli vengono distribuiti alle due cellule, dando origina a due protozoi di dimensioni simili.

La scissione binaria è longitudinale in alcuni protozoi (es. Mastigofori) e trasversali in altri protozoi (es. Ciliati).

La scissione implica la divisione di alcune strutture superficiali; in questo caso, serie di ciglia formano strutture a banda dette membranelle.

La scissione si conclude con la formazione di due cellule.

La vita dei protozoi può essere libera o in simbiosi e in alcuni casi si tratta di un vero e proprio parassitismo con relazioni molto complesse (due specie diverse traggono benefici l’una dall’altra o solo uno dall’ospite).

Registrati via email