Ali Q di Ali Q
Mito 23936 punti

Le cellule e i tessuti della pianta

Con il termine “angiosperme” si intende la maggioranza delle piante (tranne le conifere ed altre piante erbacee). Il nome deriva dal greco è significa “seme protetto”, volendo alludere che in queste piante il seme è protetto da un frutto.

L’embrione delle angiosperme è formato da 3 tipi di tessuti -chiamati MERISTEMI PRIMARI- che a loro volta danno origine a tre sistemi di tessuti che si estendono per tutto il corpo della pianta:

1) SISTEMA DEL TESSUTO CONDUTTORE: è formato da tessuti xilema e floema. L’uno trasporta l’acqua e i minerali, e l’altro zuccheri e altre molecole organiche;
2) SISTEMA DEL TESSUTO FONDAMENTALE: in esso sono immersi i tessuti vascolari. Le differenze nella struttura della pianta sono determinate proprio dalla distribuzione dei sistemi di tessuti conduttori e fondamentali;

3) SISTEMA DEL TESSUTO TEGUMENTALE: fornisce un rivestimento protettivo esterno nel corpo della pianta.

Le cellule che si trovano più facilmente nella pianta sono del tipo chiamato PARENCHIMA. Esse compaiono in tutti e tre i sistemi di tessuti (ma principalmente sono presenti in quello fondamentale) ed hanno pareti flessibili e sottili. Esse sono utili per tutta una serie di funzioni essenziali nella pianta:
1) FOTOSINTESI;
2) RESPIRAZIONE;
3) IMMAGAZZINAMENTO ACQUA E CIBO.

Registrati via email