Kanakin di Kanakin
Eliminato 1338 punti

MAMMIFERI

Anche i mammiferi discendono dai rettili, dai quali però differiscono perché hanno il corpo coperto da pelo, allattano la prole e mantengono una temperatura corporea costante (omeotermia). Nelle specie terrestri le zampe sono provviste di quattro o cinque dita, talvolta trasformate in zoccolo o provviste di artigli. All'estremità posteriore del corpo vi è la coda, più o meno sviluppata, che funge da organo di equilibrio. Nelle specie aeree (i pipistrelli) gli arti anteriori sono modificati in strutture atte al volo; nelle specie acquatiche invece, come le balene, i delfini e le foche, gli arti anteriori sono modificati in organi adatti al nuoto, le natatoie, che solo occasionalmente vengono usate per gli spostamenti sulla terra.
La bocca è delimitata da labbra provviste di robusta muscolatura per afferrare e trattenere il cibo. I denti sono differenziati per forma e funzione in quattro tipi: incisivi, canini, premolari e molari. Attaccata al pavimento della cavità beccale è situata la lingua. Appena sopra la bocca si aprono le narici: quasi tutti i mammiferi hanno un olfatto molto sviluppato. La respirazione è polmonare e i movimenti respiratori sono favoriti dalla presenza del diaframma, un muscolo che divide la cavità toracica da quella addominale. Gli occhi sono posti anteriormente e in alto sul capo. L'udito è molto sviluppato.

A eccezione dell'echidna e dell'ornitorinco australiani, che depongono uova, tutti gli altri mammiferi sono vivipari. La gran parte di essi appartiene al gruppo dei placentati, quegli animali nei quali i piccoli sono portati nell'utero materno per un certo periodo (gestazione) durante il quale sono nutriti attraverso la placenta, e poi partoriti. Ai placentati appartengono i seguenti ordini principali: insettivori (talpa), chirotteri (pipistrello), roditori (topo), lagomorfi (coniglio, lepre); sdentati (formichiere) ; cetacei (balena, delfino); proboscidati (elefante); artiodattili (bue, maiale, capra), perissodattili (cavallo, zebra, ippopotamo), carnivori (canidi, felidi, orsi, foche) e primati (proscimmie, scimmie).
L'altro gruppo principale di mammiferi è quello dei marsupiali che, non avendo la placenta, partoriscono i piccoli a uno stadio assai precoce per poi accoglierli nel marsupio, una tasca ventrale (talora dorsale) della madre, dove essi completeranno il loro sviluppo nutrendosi del latte secreto dalle ghiandole mammarie. Alla sottoclasse dei mammiferi ovipari appartengono l'ornitorinco e l'echidna: alla schiusa delle uova, i loro piccoli si nutrono del latte secreto da rudimentali ghiandole mammarie situate all'interno del marsupio materno.

Registrati via email