Ominide 2147 punti

Charles Darwin

Le teorie dell'evoluzione sono divise fissismo e l’evoluzionismo.
1) Fissismo: nel quale si ritiene che le specie siano state create così come sono da Dio e conserveranno sempre le loro caratteristiche, definite “immutabili”.
2) Evoluzionismo: nel quale si ritiene che le specie animali si evolvano nel tempo (Es. giraffe con il collo lungo studiate da Darwin e Lamarck). Questa teoria inizia con gli organismi monocellulari fino all’uomo.

Darwin, attraverso i suoi esperimenti e osservazioni nelle Galapagos sostiene che le specie si evolvono perché vi è una selezione naturale che permette la sopravvivenza di una specie con particolari caratteristiche in un determinato habitat.
L’habitat è il luogo in cui più specie convivono e fornisce alle specie gli elementi di sopravvivenza.
In natura non c'è posto per tutti: le risorse naturali non sono infatti sufficienti a garantire l'esistenza degli esseri che sì moltiplicano in maniera vertiginosa ed essi sono, pertanto, in guerra perenne gli uni contro gli altri per guadagnarsi uno spazio vitale e adeguati mezzi di sussistenza.

Nella lotta per la vita riusciranno a sopravvivere solo le specie che riusciranno ad adattarsi all’habitat e a trasmettere ereditariamente le loro qualità. In questo modo si tramanderanno solo le specie più resistenti, mentre quelle che si rivelano inadatte a reggere la lotta sono necessariamente destinate a scomparire. Questo vale a livello biologico ed è anche definita “Selezione naturale”. L’uomo dunque non è stato creato da Dio ma deriva da una specie di animali inferiori.
La selezione naturale venne applicata non soltanto alla struttura fisica dell’uomo ma anche alle determinazioni intellettuali e morali dell’uomo. In questo modo, essa si estende anche nell’ambito storico-sociale e permette di giustificare la conflittualità fra le nazioni. Darwin arriva a spiegare alcuni fenomeni storici e sociali quali il colonialismo e lo stesso sterminio di popolazioni selvagge da parte delle nazioni civili in termini di sopravvivenza del più adatto.
Darwin afferma che l'evoluzione é diretta.


Critiche a Darwin:

• Critica della chiesa (soprattutto anglicana) a Darwin: La chiesa critica Darwin poiché egli, affermando che l’uomo derivi dalla scimmia, va contro il principio CREAZIONISTICO sul quale si basa la Bibbia e cioè che Dio ha creato l’uomo a sua immagine e somiglianza. Quindi la Chiesa ha una concezione fissista in contrasto con quella evoluzionista di Darwin.

• Critica dei Marxisti a Darwin: viene estrapolato il concetto di darwinismo sociale secondo il quale, a livello animale e umano solo il più forte ha diritto di sopravvivere, imponendosi sugli altri. Questo è in contrasto con il pensiero di Marx in quanto gli operai non sono i più forti dal punto di vista sociale.

Hai bisogno di aiuto in Evoluzione?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email