ghisi di ghisi
Ominide 50 punti

Tassonomia dei Cnidari


Phylum: Cnidaria
Classe: Hydrozoa
Scyphozoa
Cubozoa
Antozoa


Phylum: Cnidaria
Classe: Hydrozoa

La maggior parte vivono nell'acqua marina, ma ne esistono alcuni che vivono in acque dolci.

Hanno cicli vitali di polipo (asessuata) e medusa (sessuata).

Nematocisti epidermiche

Gameti epidermici (formati dall’epidermide) e liberati all’esterno.

Mesoglea acellulare (lo strato gelatinoso non contiene cellule).

Possono vivere solitari o in colonie.

In alcuni casi lo stadio di medusa è assente.

Uno degli idrozoi più comuni è l’Hydra.

Vive nelle acque dolci adeso alle piante.

Non presenta stadio medusoide e si riproduce sessualmente per gemmazione del polipo, mentre la riproduzione sessuale in mancanza dello stadio di medusa, avviene allo stadio di polipo.

Sito di attacco con il substrato: Disco Basale.

In alcuni casi prevale lo stadio di medusa.


Goniomenus è un tipico idrozoide marino.

Il margine della medusa si allunga in una struttura detta velum dove si concentra d’acqua per concentrazione dell’ombrella (espulsa sotto l’ombrella).

La bocca si trova alla fine di un manubrio dentro cui si articola il celenteron (cavità gastrovascolare).

Nella mesoglea sono immersi di statocisti contenenti statoliti.

Le gonadi perdono dalla superficie orale e i gameti sono liberati in acqua.

Lo stadio di polipo è brevissimo.


Idrozoi Coloniali

La colonia si forma per gemmazione asessuale.

Hanno una base, uno stelo e poi uno o più zoidi terminali.

Sono adesi al substrato mediante l’idroriza da cui partono gli steli detti idrocauli formati dal cenosarco (parte vivente, costituita da cellule vive) e dal perisarco (guaina chitinosa).

Gli zoidi sono quasi tutti polipi nutritivi o “gastrozoidi”.

Alcuni zoidi sono i polipi riproduttivi o “gonanglio”.

Esempi di idrozoi coloniali sono Obelia e l’Endendrium.

Caravella Portoghese: Physalia Physalis.

Phylum: Cnidaria
Classe: Scyfozoa

Sono tutti marini e sono le meduse vere e proprie.

Mesoglea contiene cellule mesenchimatiche ameboidi.

Cnidociti si trovano nell’epidermide e nel gastroderma.

I gameti hanno origine gastrodermica.

Il margine è suddiviso da incisore e parte dalle frange.

Si apre dal manubrio lo stomaco è suddiviso in quattro tasche gastriche contenenti filamenti gastrici carichi di Cnidociti.

Dal manubrio pendono i lobi orali che portano il cibo dall’ombrella alla bocca.

I ropalii sono strutture specializzate sensoriali circondate da lobi ropalioli associate a fossette
sensoriali (per sentire la forza di gravità poiché formati da statocisti e per captare la luce con il fotorecettore chiamato Ocello).

Hanno fototassia negativa (si allontanano dalla luce).

Attorno al margine ci sono delle cellule muscolari contrattili che contraendosi e rilassandosi fanno avvicinare il cibo al manubrio e quindi all’apertura boccale.

La planula si sviluppa in un polipo detto Scifistoma; questo detto anche Strobila, per circa un anno produce per gemmazione delle minuscole meduse dette efire e si accumulano sul polipo.

Le efire vengono poi liberate e si sviluppano nelle meduse adulte che producono uova e spermi e si riproducono sessualmente.

La maggior parte delle meduse non è urticante per l’uomo, ma solo quelle con i tentatoli più lunghi.
Quello che succede è che le sostanze urticanti, attivano il processo allergico, oppure le nematocisti (capsule con il liquido urticante) possono restare chiuse e a distanza di molto tempo possono aprirsi e riattivare il processo allergico.
Un ordine da ricordare sono le stauromeduse, hanno le meduse sessili che vivono attaccate alle alghe o ad altri substrati (sono marine).


Phylum: Cnidaria
Classe: Cubozoa

Hanno uno stadio di medusa a forma di cubo e quattro o più tentacoli che partono dagli angoli.

I polipi sono molto piccoli o sconosciuti per alcune specie. Sono attivi nuotatori e predatori. Sono molto pericolose per l’uomo poiché le tossine agiscono sul sistema nervoso centrale e possono anche bloccare, a distanza di tempo, il processo di contrazione e riposo del cuore e della respirazione causando la morte.

Tipiche delle zone tropicali.

Prima erano comprese nella classe Scyphozoa, poi sono diventati di una classe a parte.


Phylum: Cnidaria
Classe: Antozoa

Sono coloniali o solitari.

Mancano dello stadio di medusa.

I Cnidociti non hano Cnidociglio.

Sono tutti marini.

Comprendono anemoni, coralli duri e molli.

Estremamente la simmetria di un anemone è radiale, mentre dentro i mesenteri (setti) formano una simmetria biradiale.

Gli anemoni sono solitari e vivono adesi tramite un disco pedale ad un substrato (sono organismi sessili).

Possono instaurare relazioni di simbiosi con altre specie (vivono insieme e traggono benefici l’uno dall’altro).

Pesce pagliaccio e anemone
La relazione non è obbligatoria
Paguro e anemone

Caratteristiche dei principali polipi degli Antozoi

La bocca si apre in una faringe che conduce alla cavità gastrovascolare.

I mesenteri (setti) portano cnidociti e le gonadi suddividono la cavità gastrovascolare in logge.

La mesoglea contiene cellule mesenchimatiche ameboidi.

Si nutrono di invertebrati e pesci catturati con i tentacoli.

La riproduzione asessuale avviene per scissione o per lacerazione pedale (si stacca un pezzo del disco pedale e da questo si forma un nuovo individuo).

Possono essere a sessi separati o ermafroditi proterandrici (da sesso maschile a sesso femminile – sequenziale con inversione sessuale).

La fecondazione può essere esterna o interna al celenteron (cavità gastrovascolare).

Alcuni entozoi producono uno scheletro calcareo e formano delle scogliere coralline dove instaurano relazioni simbiotiche con le zooxantelle (danno all’antozoo la colorazione tipica dei prodotti della fotosintesi).


Phylum: Cnidaria
Classe: Antozoa
Sottoclasse: Zoantharia
Ceriantipatharia
Alcyomaria


Esacoralli: Zoontharia e Ceriantipatharia (es. Pomodoro di mare)
Modello Esamero: I setti sono sei o multipli di sei.

Ottocoralli: Alcyomaria (es. Gorgonia)
Modello Ottamero: I setti sono otto e hanno otto tentacoli.

Registrati via email