Nanako di Nanako
Ominide 50 punti

Che cos'è la vita?

La vita sarebbe un'insieme di reazioni chimiche, un soffio divino o qualcosa di inspiegabile? Cercando una risposta al concetto vita, possiamo ricorrere al dizionario e trovare qualche definizione.

Vita = Stato incessante attività funzionale, peculiare alla materia organica, animale o vegetale; esistenza; tempo trascorso tra la nascita e la morte: maniera di vivere; animazione; vitalità.

Vita
= Stato di attività funzionale degli esseri organizzati, che impone il consumo dell'energia e che ha la sua origine in un atto riproduttivo di un'altro organismo parentale, concludendo alla morte.

In verità, esiste un ciclo della vita, che è nascere, svilupparsi e morire. Questo ciclo vitale è di qualunque essere vivo, sia esso unicellulare o pluricellulare.
Che differenza c'è tra gli esseri vivi degli altri fattori del mezzo ambiente, chiamati esseri brutti o abiotici?

1.°- Gli esseri vivi possiedono un alto grado di organizzazione
Al contrario dei fattori abiotici, noi esseri vivi, gli atomi si riuniscono formando molecole che si organizzano in maniera complessa, formando le cellule. A esclusione dei virus, tutti gli esseri viventi sono formati da cellule.

2.°- Nutrizione
Gli esseri vivi utilizzano gli alimenti per la produzione di energia e per la formazione del proprio corpo, sendo capaci di crescere e svilupparsi.

3.°- Metabolismo
è la capacità che gli esseri vivi possiedono di costruire cellule per la formazione del proprio corpo, a partire degli alimenti e, allo stesso tempo, di distruggere molecole degli alimenti per la produzione di energia.
Il metabolismo è composto, allora, da due fasi: costruire molecole, che chiamiamo anabolismo, e distruggere molecole, che chiamiamo anabolismo.

4.°- Irritabilità
Gli esseri vivi hanno la capacità di reagire a stimoli del mezzo ambiente. Per esempio: gli stimoli luminosi fanno con che le piante crescano in direzione alla luce.

5.°- Reproduzione

Gli esseri vivi sono capaci di riprodurre e lasciare discendenti. I suoi figli assomigliano ai genitori, ciò che caratterizza l'ereditarietà.

6.°- Omeostasi

Gli esseri vivi sono capaci di mantenere un equilibrio interno in relazione alle condizioni esterne dell'ambiente. Un esempio di omeostasi succede quando, in un giorno di calore intenso, il nostro corpo inizia a perdere acqua, attraverso il sudore. Il sudore, evaporato dalla pelle, provoca una diminuzione di temperatura, il che ci aiuta a sopportare il caldo dell'ambiente.

7.°- Crescita
Negli esseri vivi, la crescita si verifica per la moltiplicazione delle cellule nell'interno del corpo, che è denominato crescita per intussuscusezione. Negli esseri abiotici, cristalli, per esempio, la crescita è fatta per adizione di nuove molecole nella sua superficie, che chiamiamo di crescita per deposizione.

8.°-Evoluzione
Gli esseri vivi sono capaci di trasformarsi, perciò di evoluire.

Finalmente, l'uomo contemporaneo ha scoperto che rappresenta appena un filo rete infinita degli esseri viventi che popolano questa terra.
Siamo parte di un tutto. Siamo esseri vivi, e dependiamo da altri esseri vivi che abitano questo pianeta.
I batteri, per esempio, esseri insignificanti per noi, esseri umani, scompongono la materia organica, fermentano il latte e l'uva, per la produzione di formaggi e vini e sono in tutti gli ambienti dove conviviamo.
Dall'altro lato, l'uomo è l'unico essere vivo che, conscientemente, modifica l'ambiente dove viviamo.

Infine si sà... Siamo tutti membri dell'equipaggio di una stessa nave- il pianeta terra.

Registrati via email