Erectus 630 punti

Barbabietola

Nome botanico: beta vulgaris
Famiglia: chenopodiacee
Morfologia
Ha diverse forme e varietà:
* crassa: da foraggio, radici grosse per alimentazione del bestiame
*cruenta: da orto, radici rosse e dolci, utilizzate per il consumo umano
* cycla: da coste, coltivata per la produzione di foglie per il consumo umano
* saccarifera: da zucchero, coltivata per la produzione di zucchero, ha molto saccarosio nelle radici.

Radici
fittonanti, forma conca allungata, ha due file contrapposte di radici secondarie. Esterna è grigio-gialla dentro è bianca. Nella sezione trasversale ha otto o nove anelli dove è deposto il saccarosio.

Colletto
parte soprastante la radice non ha peli radicali ma su di lei nascono le foglie e nel secondo anno lo scapo fiorale. Non viene utilizzata per la produzione di zucchero.

Foglie
sono tante e formano una rosetta, ogni foglia è costituita da un picciolo largo e da una lamina di forma ovale di colore verde scuro.

Infiorescenza e glomeruli
portante dallo scapo fiorale. Ogni infiorescenza è costituita da più brattee che hanno all’ascella gruppi di 3-5 fiori riuniti in glomeruli.
I glomeruli sono rotondi con superfice rugosa, di coore bruno chiaro.

Ciclo vegetativo e Riproduttivo
Ha un cicli biennale:
* primo anno: differenzia le foglie e accumula delle sosta nze di riserva nelle radici
* secondo anno: dopo che è stata a basse temperature, differenzia uno stelo, portante i fiori che poi daranno origine ai glomeruli contenenti i semi.

Germinazione
il seme assorbe l’umidità dal suolo ed esce la radichetta rompendo l’involucro, poi si allunga il fusticino che sposta verso l’alto il glomerulo dove si liberano le due foglie cotiledonari.

Allungamento delle radici
per svilupparsi le radici ci mettono 40-50 giorni lo Sviluppo delle foglie avviene in 30 giorni e si sviluppa una rosetta di 20-25 foglie e intanto le radici continuano a svilupparsi.

Ingrossamento delle radici
le radici ingrossano molto velocemente
Le foglie più vecchie muoiono e vengono sostituite da quelle più giovani. In questa fase avviene l’accumulo di saccarosio nelle radici.

Esigenze ambientali
il clima ideale è quello temperato. Le temperature ideali sono 15-20°C. Sopra i 28°C l’accumulo di zucchero cessa. Il consumo idrico è elevato, una mancata irrigazione causa l’appassimento delle foglie e la cessazione della fotosintesi. Il terreno migliore è quello di medio impasto argilloso, profondo, di buona struttura. Non è adatta ai terreni limosi perché possono formare una crosta superficiale.

Tecnica Colturale
sud Italia: metà ottobre-metà novembre
Italia Settentrionale: metà marzo (Pianura Padana), fine febbraio (regioni adriatiche). La semina è fatta con seminatrici di precisione. Il seme utilizzato è un monogerme genetico, confettato.
Concimazione L’azoto stimola lo sviluppo vegetativo e influisce sulla produzione. L’eccesso si accumula nel fittone ed è un ostacolo per l’estrazione del saccarosio. E’ importante nella prima fase vegetativa quando sta per venire fuori la rosetta.

Irrigazione
Vanno sospese 20 giorni prima della raccolta per non penalizzare lo zucchero.
Controllo erbe infestanti
Possono ostacolare la raccolta della barbabietola. La strategia è quella di fare un trattamento pre-emergenza e uno post-emergenza.

Principali avversità
Rizomania: causa una crescita di molti peli radicali, deformazione e marciumi del fittone; per evitarla si deve evitare ristagni idrici, lunghe rotazioni utilizzare varietà tolleranti

Registrati via email