vero_89 di vero_89
Ominide 447 punti

Perossisomi, Vacuoli, Ribosomi e Plastidi

Perossisomi
Riescono a raccogliere tutti i perossidi tossici che vengono prodotti durante le reazioni chimiche; queste sostanze tossiche possono essere demolite all'interno dei perossisomi.
Sono dei piccoli organuli, che possiedono una membrana singola, al suo interno ha degli enzimi specializzati.
Il gliossisoma, è solo nelle piante; di solito si trova nelle piante giovani, è la sede dove i lipidi immagazzinati vengono convertiti in carboidrati da trasferire alle cellule in crescita.

Vacuoli
Sono delimitati dalla membrana, contengono delle soluzioni acquose dove sono disciolte molte sostanze.
Hanno molte funzioni come:
accumulo: le cellule vegetali producono una buona quantità di sottoprodotti tossici e di materiali di rifiuto che vengono immagazzinati nei vacuoli;
mantenimento delle morfologia e della struttura: in molte cellule vegetali ci sono vacuoli enormi che occupano più del 90% del volume cellulare e crescono insieme alla cellula.

I soluti contenenti nel vacuolo determinano il turgore della cellula, che da sostegno alla struttura delle piante non legnose

Riproduzione: nei vacuoli che sono presenti nei petali e nei frutti sono contenuti gli antociani, sono dei pigmenti che costituiscono dei richiami visivi che attraggono gli animali.

Digestione: in alcune piante i vacuoli contengono enzimi che idrolizzano le proteine contenute nel seme fino ad ottenere monomeri.
Questi amminoacidi sono utilizzati come nutrimento dall'embrione della pianta.

Vacuoli contrattili: sono stati individuati nei protisti d'acqua dolce.
La sua funzione è quella di contrastare l'eccesso di acqua che entra nella cellula.
Aumenta di dimensione quando l'acqua entra, quindi si contrae tutto in una volta, spingendo l'acqua fuori dalla cellula attraverso una struttura a forma di poro.


Ribosomi
Nelle cellule procariote, i ribosomi si trovano sempre liberi nel citoplasma; invece nelle cellule eucariotiche si possono trovare nel citoplasma, dove sono liberi o incollati alla superficie del reticolo endoplasmatico, oppure all'interno dei mitocondri e dei cloroplasti.
Nei ribosomi avviene la sintesi delle proteine secondo l'informazione contenuta negli acidi nucleici.
I ribosomi dei procarioti e degli eucarioti sono molto simili, sono composti entrambi da due subunità di dimensioni diverse.
Quelle degli eucarioti sono appena più grandi.
I ribosomi sono costituiti da un tipo particolare di RNA, è l'RNA ribosomiale, dove sono legati in modo non covalente più di 50 diversi tipi di molecole proteiche.

Plastidi

Sono presenti solo nelle cellule vegetali e in alcuni protisti.
Ci sono vari tipi di plastidi, che sono:
cloroplasti: contengono il pigmento verde (clorofilla) e sono gli organuli dove avviene la fotosintesi. Grazie alla fotosintesi l'energia luminosa viene convertita nell'energia chimica immagazzinata nei legami; le molecole che si ottengono danno nutrimento agli organismi fotosintetici. I cloroplasti possono essere diversi tra loro per dimensione e per forma. Sono costituiti da due membrane. Le membrane interne sono costituite da delle strutture dette grana; che sono costituiti da delle strutture cave circolari impacchettate tra di loro, e sono i tilacoidi. I tilacoidi che appartengono ad un grana possono unirsi a grana di altri gruppi, cosi che formano all'interno dei cloroplasti una rete di membrane molto organizzata. I grana sono sospesi grazie ad un fluido che è lo stroma. Nello stroma c'è il DNA e i ribosomi, dove vengono sintetizzate alcune proteine.
cromoplasti: hanno dei pigmenti rossi, arancioni e/o gialli; sono i responsabili della colorazione di alcuni organi delle piante come i fiori
leucoplasti: sono importanti per l'accumulo di amido e di composti lipidici.

I cloroplasti e mitocondri non sono indipendenti dal controllo da parte del nucleo; gran parte delle loro proteine sono codificate dal DNA nucleare, assemblate nel citoplasma e inviate agli organuli.

Registrati via email