ghisi di ghisi
Ominide 50 punti

Lisosomi

I lisosomi sono organelli delimitati da membrana che contengono diversi enzimi lisosomiali capaci di idrolizzare ogni tipo di macromolecola biologica in prodotti a basso peso molecolare che possono poi essere trasportati nel citosol attraverso la membrana lisosomiale.
Gli enzimi di un lisosoma hanno tutti attività ottimale a pH acido e sono quindi delle idrolisi acide. Il pH ottimale di questi enzimi è correlato con il pH del compartimento lisosoma le che è di circa 4,6. L’ alta concentrazione interna di protoni è mantenuta da una pompa protonica (una H+-ATPasi) presente nella membrana che delimita l’organello. La membrana lisosomale contiene una varietà di proteine acide, altamente glicosilate che probabilmente proteggono la membrana dagli attacchi degli enzimi contenuti all’ interno.
Tra i loro numerosi ruoli, i lisosomi degradano, attraverso un processo detto autofagia, organelli cellulari invecchiati (hanno dunque un ruolo chiave nel turnover) degradano materiali che sono portati nella cellula per fagocitosi dall’ambiente esterno, come i batteri che generalmente vengono inattivati dal basso pH del lisosoma e poi digeriti enzimaticamente.
Durante questo processo l’organello da distruggere è inglobata in una membrana proveniente dal reticolo endoplasmatico insieme al lisosoma (formando in autofagolisosoma).
Se una cellula è senza nutrimento si osserva un aumento dell’ autofagia in quanto ricava energia anabolizzando.
Una volta che il processo digestivo nell’autofagolisosoma è stato completato, l’organello diventa un corporesiduo che può essere eliminato o per esocitosi o trattenuto nel citoplasmo accumulandosi come Granulo Di Lipofusiona, che aumentano e mano man che l’individuo invecchia.

Enzimi Lisosomali:
- nucleasi;
- proteasi;
- glicosidasi;
- lipasi;
- fosfatasi;
- solfatasi.
- fosforilasi

Registrati via email