La presenza di una parete cellulare fatta di cellulosa è tipica delle cellule vegetali e rappresenta una della caratteristiche che distingue questo tipo di cellule da tutte le altre; la parete si trova esternamente alla membrana e viene costruita dalla cellula stessa.
Quando una cellula vegetale si divide, tra le membrane delle due nuove cellule si forma un sottile strato di materiale colloso che darà origine alla lamella mediana. La lamella mediana, formata da pectina e da altri carboidrati, tiene unite le cellule adiacenti. Poi, su ogni lato della lamella mediana, ciascuna cellula vegetale costruisce la propria parete primaria contenente microfibrille di cellulosa e polimeri viscosi.
La crescita delle piante è in gran parte dovuta all'allungamento cellulare. Le pareti controllano sia la velocità sia la direzione di crescita: infatti le cellule non si espandono in tutte le direzioni, ma si allungano in un'unica dimensione.
A mano a mano che matura, la cellula può formare una parete secondaria, che ha una capacità di espansione kminore rispetto a quella primaria in quanto spesso contiene molecole che le conferiscono rigidità.

Pareti cellulari di cellulosa si trovano anche in molte alghe mentre nei funghi e nelle cellule procariote le pareti cellulari sono costituite da biomolecole assai diverse dalla cellulosa.

Registrati via email