Corra96 di Corra96
Moderatore 3570 punti

I batteri acetici

Sono quei batteri che ossidano l’alcool etilico trasformandolo in acido acetico. La reazione è la seguente:
CH3CH2OH + O2  CH3COOH + H2O
Il microrganismo responsabile era stato individuato da Pasteuer nel Mycoderma aceti, oggi gli acetobatteri sono classificati nei due generi Acetobacter e Gluconobacter. Sono batteri Gram -, aerobi, con metabolismo respiratorio e non fermentativo. Essendo aerobi il loro sviluppo è strettamente legato alla presenza di aria, e la temperatura ottimale per il loro sviluppo è compresa tra i 25-30°C. la forma delle cellule può essere ellittica o bastoncellare.
Il proliferare di questi batteri è ostacolato da un’elevata concentrazione di alcool, inoltre sono sensibili all’anidride solforosa. Gli acetobatteri tollerano bene un pH basso, e possono svilupparsi sia nel mosto che nel vino.
La produzione di acido acetico è accompagnata dalla formazione di acetato di etile, un composto dall’odore penetrante, con la presenza delle alterazioni del vino note come spunto acetico e acescenza (se è presente più acido acetico). Ovviamente l'utilità dei batteri acetici è diversa da prodotto a prodotto, infatti nel caso del vino è preferibile l'assenza di acido acetico, mentre in altri prodotti questa tipologia di acido risulta essere la componente principale.

Hai bisogno di aiuto in La cellula?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email