Ester di Ester
Habilis 1800 punti

Glucidi

I carboidrati o glicidi sono composti organici formati da carbonio, idrogeno e ossigeno. Sono sia riserva di energia, sia un importante componente strutturale delle cellule. In base al numero di monomeri (zuccheri semplici) da cui sono composti, i carboidrati possono essere distinti in monosaccaridi, disaccaridi, oligosaccaridi, polisaccaridi. Per i monosaccaridi e i disaccaridi si usa anche il termine di zuccheri.

I monosaccaridi
Sono zuccheri semplici la cui molecola contiene da 3 a 7 atomi di carbonio. Il monosaccaride più diffuso in natura è il glucosio, uno zucchero a 6 atomi, presente nei disaccaridi più diffusi, che rappresenta il monomero da cui sono costituiti i principali polisaccaridi: amido, glicogeno, cellulosa. Il glucosio rappresenta la principale fonte di energia per la maggior parte delle cellule. Alcuni monosaccaridi importanti sono il fruttosio e il galattosio, anch’essi utilizzati dalle cellula principalmente per produrre energia, e il ribosio e il desossiribosio, due zuccheri contenenti 5 atomi di carbonio, che entrano nella composizione degli acidi nucleici.

I disaccaridi
Sono costituiti dall’unione di due zuccheri semplici. L’importanza di questi zuccheri è legata al loro ruolo di fonte di energia immediatamente disponibile. Sono disaccaridi il saccarosio (composto di glucosio e fruttosio), che costituisce lo zucchero da cucina, e il lattosio (composto di glucosio e galattosio), contenuto nel latte.

Gli oligosaccaridi
Sono molecole, in genere ramificate, formate dall’unione di più zuccheri semplici (da 3 a 20). Molti oligosaccaridi sono uniti ad altri tipi di molecole, per esempio alle proteine e ai lipidi che costituiscono la membrana cellulare, e svolgono importanti funzioni nei rapporti fra cellula e cellula.

I polisaccaridi
Sono polimeri costituiti da migliaia di molecole di zuccheri semplici. Alcuni polisaccaridi, come l’amido e il glicogeno, hanno funzione energetica. Il primo è prodotte dalle piante (cereali, patate, banane o mele). Il secondo è presente nei tessuti animali, in particolare nelle cellule del fegato. Altri, come la cellulosa e alcuni polisaccaridi complessi, hanno una funzione strutturale.
La cellulosa è la macromolecola più diffusa sulla Terra, poiché è la principale costituente dei tessuti delle piante verdi, che ogni anno ne producono miliardi di tonnellate.

Registrati via email