zerbino di zerbino
Ominide 90 punti

Il sangue

Il sangue è formato principalmente da due parti: una parte liquida chiamata plasma e da elementi figurati (globuli bianchi, globuli rossi e piastrine).
Il plasma è formato in larga parte da acqua e Sali minerali; sono disciolte in esso, inoltre, tre tipi di proteine: le albumine che svolgono un ruolo importante nel controllo della pressione osmotica; le globuline che sono importanti per il loro ruolo immunitario; il fibrinogeno che è fondamentale per la coagulazione del sangue. Gli elementi figurati del sangue sono prodotti dal midollo osseo, un tipo di tessuto presente nelle ossa; alla nascita l’intero midollo è rosso poiché ha esclusivamente una funzione emopoietica; con la crescita in quasi tutte le ossa il midollo diventa giallo (acquisisce grassi): il midollo rosso resta solo nelle ossa lunghe (arti) e nella gabbia toracica. I globuli rossi o eritrociti sono cellule biconcave, private del nucleo e quindi non si possono riprodurre, che hanno come compito principale il trasporto di ossigeno all’interno del corpo umano. Essi al loro interno possiedono una proteina di struttura quaternaria chiamata emoglobina che lega chimicamente l’ossigeno grazie ai gruppi Eme. La maggior parte dell’ossigeno trasportato dal sangue è legato all’emoglobina. L’anidride carbonica, prodotto di scarto di numerose reazioni chimiche avvenute nella cellula, viene trasportata dal sangue in due modi: una piccola parte viene legata dall’emoglobina, circa il 30%, la parte restante invece viene trasformata da un enzima chiamato anidrasi carbonica in acido carbonico e ioni bicarbonato che vengono trasportati dal flusso sanguigno. I globuli rossi hanno una vita media di circa 120 giorni, al termine dei quali vengono distrutti dalla milza e dal fegato che sono in grado di recuperare l’emoglobina.
I globuli bianchi o leucociti fanno parte della risposta immunitaria dell’organismo. Si dividono in tre gruppi:

- Granulociti: si dividono a loro volta in Neutrofili (attaccano per fagocitosi), Eosinofili (attaccano gli allergeni), Basofili che producono istamina (che genera vasodilatazione e quindi rossore) oppure eparina (anticoagulante)
- Monociti: danno origine ai macrofagi che attaccano i parassiti tramite fagocitosi e muoiono subito dopo generando il pus
- Linfociti si dividono in Linfociti B che producono immunoglobuline (anticorpi) prima generiche (IGM) poi specifiche (IGG) e Linfociti T (chiamati così perché sono Timo dipendenti cioè passano dal midollo al timo e poi al sangue) che si dividono in Killer (distruggono i parassiti) Coadiuvanti (stimolano produzione di anticorpi) Soppressori (bloccano la risposta immunitaria)

*I Linfociti possiedono anche le cellule della memoria che sono in grado di assicurare l’immunità per quel tipo di antigene a vita.
Le piastrine sono frammenti di cellule del midollo osseo chiamate megacariociti che svolgono un importante ruolo nella coagulazione del sangue. Esse in presenza di una superficie irregolare si attaccano le une alle altre per otturare la lesione; contemporaneamente si attivano le proteine plasmatiche che producono un enzima chiamato trombina. Questo, in presenza di ossigeno allo stato puro, trasforma il fibrinogeno in fibrina, una sostanza filiforme che tiene insieme gli elementi figurati del sangue fino a farli solidificare.

Registrati via email