Ominide 1603 punti

Le ossa

Il tessuto osseo è rivestito esternamente da una membrana detta periostio ed è costituito da osseina (una sostanza più elastica) e da sali minerali (più resistenti).
Esso è organizzato in lamelle a strati, piatte o concentriche attorno a microscopici canali ove scorrono vasi sanguigni e fibre nervose.
A seconda della loro posizione, le lamelle possono dare origine a tessuti compatti o spugnosi.
All’interno del periostio vi sono gli osteoblasti, cellule deputate alla distruzione del tessuto osseo.
In fase di accrescimento, le prime prevalgono sulle seconde, mentre il contrario avviene dopo i 40 anni con indebolimento delle ossa che divengono più fragili.
A livello delle articolazioni le ossa sono rivestite di cartilagine, un tessuto connettivo liscio ed elastico (che costituisce anche lo scheletro del naso o dei padiglioni auricolari) che evita lo sfregamento diretto delle ossa facilitandone il movimento.

All’interno delle cavità ossee si trovano due tipi di midollo osseo: midollo giallo, costituito essenzialmente di grasso, nel quale si trovano vasi sanguigni, nervi e cellule midollari deputate alla formazione di globuli rossi e globuli bianchi, e midollo rosso con un maggior numero di cellule midollari.

Registrati via email