Home Invia e guadagna
Registrati

Password dimenticata?

Registrati ora.

Nematodi parassiti degli uomini

Appunto di anatomia e fisiologia che descrive le caratteristiche principali dei nematodi, i parassiti dell'uomo.

E io lo dico a Skuola.net
Nematodi parassiti degli uomini
Adattamenti evolutivi: alto potenziale riproduttivo, cicli vitali per la probabilità di trasmissione, cuticola resistente e uova di resistenza e larve incistate.

Ciclo vitale di Ascaris Lumbricoides
Gli adulti vivono nell’intestino tenue e producono moltissime uova che vengono liberate con le feci; dall’ uomo si sviluppa una prima larva e poi una seconda che è quella infestante che viene riassunta con cibo contaminato. Le uova nell’ambiente esterno non si sviluppano, ma solo nell’uomo.

Ciclo vitale di Enterobius Vermicularis
Gli adulti stanno nell’intestino crasso; le femmine migrano all’esterno muoiono e liberano l’uovo contenente le larve al primo stadio; l’uomo ingerisce le uova che schiudono dando larve che mutano quattro volte nell’intestino tenue e poi migrano nell’intestino crasso dove si ha la riproduzione sessuale.

Ciclo vitale di Necator Americanus (Verme con Uncini)
Gli adulti vivono nell’intestino tenue attaccati con dei dentelli e dove si nutrono di sangue e liquidi extracellulari. Le uova prodotte dalle femmine vengono liberate con le feci; le uova schiudono in una larva rabdiforme nel terreno umido che poi muta e diventa larva filariforme che può penetrare nella pelle dell’uomo da dove raggiunge il circolo sanguigno.

Ciclo vitale di Trichinella Spiralis (Trichinosi)
Vive da adulto nella mucosa dell’intestino tenue dove le femmine partoriscono larve che entrano nel circolo sanguigno fino ai minuscoli dove si incistano. Da qui passano in un altro ospite (dal maiale all’uomo) dove raggiungono l’intestino e mutano quattro volte prima di diventare adulti.

Ciclo vitale di Wucheria Spp
Vive nel sistema linfatico dove ostruiscono i vasi per cui i liquidi si accumulano (elefantiasi).
Gli adulti si accoppiano nei vasi e producono delle larve dette Microfilarie, queste entrano nel flusso sanguigno fino alla circolazione periferica. Da qui passano alla zanzara dove vanno a mutare per due volte nei muscoli toracici e diventano infestanti, ritornano all’uomo dove si ha un’altra muta (larva al terzo stadio).
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare