Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Pressione sanguigna e il sistema linfatico

Appunto sulla pressione Sanguigna e sul Sistema Linfatico

E io lo dico a Skuola.net
LA PRESSIONE SANGUIGNA

E' una misura della forza , per unità di superficie, esercitata dal sangue contro le pareti dei vasi sanguigni.
E' generata dall'azione pompante del cuore e varia a seconda del ritmo con cui esso si contrae, dalla forza di queste contrazioni , dall'elasticità delle pareti delle arterie e dalla velocità con cui il sangue fluisce dalle arterie.
Per scopi medici è misurata a livello dell'arteria nella parte alta del braccio.
La pressione normale in un adulto è circa 120 mmHg quando i ventricoli si contraggono (pressione sistolica), e di 80 mmHg quando si rilasciano (pressione diastolica).
La velocità del flusso sanguigno è determinata da:
• la pressione del sangue
• dalla dimensione del vaso attraverso cui il sangue passa
Maggiore è la pressione e maggiore è la velocità del flusso; maggiore è il diametro del vaso e maggiore è il volume di sangue che può passare.
Quando i muscoli lisci si contraggono,il lume delle arteriole diventa più piccolo (vasocostrizione) facendo diminuire il flusso sanguigno attraverso le arteriole; viceversa, quando i muscoli lisci si rilasciano, il lume delle arteriole si allarga (vasodilatazone) facendo aumentare il flusso sanguigno nei capillari. Questi muscoli lisci sono controllati da nervi del sistema autonomo,dagli ormoni adrenalina e noradrenalina, dal peptide cardiaco.
Importante che il flusso di sangue al cervello sia costante. Uno dei meccanismi che impedisce alle cellule cerebrali umane di subire seri danni dovuti a un inadeguato rifornimento di sangue è la perdita dei sensi che fa cadere a terra la persona; in questo modo non occorre contrastare la forza di gravità perchè il sangue raggiunga il cervello.
La pressione è maggiore nell' aorta e nelle altre grandi arterie sistemiche, ma molto più bassa nelle vene e minima nell'atrio destro.

CENTRO DI REGOLAZIONE CARDIOVASCOLARE

L' attività dei nervi che regolano la muscolatura liscia dei vasi sanguigni è coordinata con l' attività dei nervi che regolano la frequenza e la forza del battito cardiaco mediante il centro di regolazione cardiovascolare.
Situato nel tronco cerebrale, controlla i nervi del sistema nervoso autonomo che agiscono sia sul cuore sia sulla muscolatura liscia delle arteriole.
Coordina i riflessi che controllano la pressione del sangue poichè riceve continuamente informazioni sulla pressione sanguigna tramite recettori specializzati situati nelle arterie carotidi, nelle vene cave, nell' aorta e nel cuore. Gli organi effettori dei riflessi sono il cuore e i vasi sanguigni.
Il controllo pressorio del sangue è un esempio di controllo a feedback negativo: quando la pressione diminuisce, l' attività del cuore aumenta e i vasi sanguigni si restringono facendo aumentare di nuovo la pressione; al contrario, in risposta a un' alta pressione, l'attività del cuore diminuisce e i vasi sanguigni si dilatano.

SISTEMA LINFATICO

Non tutto il liquido che esce dai capillari spinto dalla pressione del sangue rientra in essi per osmosi; il liquido che rimane nei tessuti viene raccolto dal sistema linfatico che lo riconduce nella corrente sanguigna. Il liquido trasportato -linfa-.
Somiglianza al sistema venoso: in quanto è costituito anch' esso da una rete di interconnessione di vasi sempre più grandi.
Differenza: i capillari venosi finiscono a fondo cieco negli spazi intercellulari dei tessuti e non fanno parte di un circuito continuo.
Il liquido interstiziale si diffonde nei capillari linfatici, da dove passa in grandi dotti(linfatico destro e toracico) che si versano in due vene (succlavie) situate sotto le clavicole che confluiscono nella vena cava superiore.
La linfa circola grazie alle contrazioni dei muscoli del corpo e la presenza di valvole ne impedisce il riflusso. Inoltre i vasi linfatici si contraggono ritmicamente.
Linfonodi, masse di tessuto spugnoso con due funzioni:
• producono linfociti, globuli bianchi specializzati responsabili della risposta immunitaria
• eliminano i frammenti cellulari e le particelle estranee dalla linfa prima che queste entri nel sangue
Per rimuovere le sostanze chimiche di rifiuto è indispensabile un filtraggio del sangue stesso: funzione svolta dai reni.
Registrati via email