Diogens di Diogens
Genius 66517 punti

Il corpo umano

Il corpo può essere suddiviso in tre parti: la testa, il tronco e gli arti.
Nella testa si trova il cervello, che dirige ogni attività dell’intero organismo.
Dalla testa si passa al tronco il cui collegamento con la testa prende il nome di collo.
Alla base del collo il tronco si allarga formando le spalle dove si collegano gli arti superiori.
Dalla base del tronco hanno origine gli arti inferiori.
Nel tronco si distinguono tre parti: l’addome, la vita e il torace.
Gli arti sono disposti simmetricamente rispetto al tronco. In essi si distinguono tre diverse regioni, negli arti superiori prendono il nome di braccio, avambraccio e mano, negli arti inferiori prendono il nome di coscia, gamba e piede.
Possiamo infine osservare che il nostro corpo è diviso in due metà simmetriche da un piano verticale o di simmetria che passa per il naso e l’ombelico.

I tessuti e gli organi
Il nostro corpo è composto da migliaia di cellule, con precise caratteristiche e funzioni.
Le cellule che svolgono funzioni simili sono organizzate in tessuti che possono essere classificati in quattro tipi fondamentali: epiteliale, connettivo, muscolare e nervoso.
Il tessuto epiteliale è composto da cellule disposte in uno o più strati che aderiscono tra loro formando un rivestimento continuo detto epitelio che serve a coprire e proteggere le superfici interne ed esterne del corpo. Un particolare tipo di tessuto epiteliale è costituito dagli epiteli ghiandolari che formano le ghiandole.
Il tessuto connettivo è costituito da vari tipi di cellule e il suo compito principale è quello di collegare o tenere insieme organi diversi.
Un tipo particolare di organo connettivo è il tessuto osseo: esso forma le ossa dello scheletro. Un altro tipo di tessuto connettivo, robusto ed elastico, forma le cartilagini.
Il tessuto muscolare è costituito da cellule allungate ed elastiche, dette fibre muscolari. Esso ha la proprietà di contrarsi così da permettere il movimento.
Il tessuto nervoso è composto da neuroni, ovvero cellule specializzate in grado di reagire a stimoli di varia natura e di trasmettere ad altre cellule lo stimolo che hanno ricevuto sottoforma di impulsi elettrici.
I neuroni sono immersi in un tessuto chiamato glia e formato da cellule dette gliali.
Il tessuto nervoso forma l’encefalo, il midollo spinale e i nervi.

Sistemi e apparati
Un insieme di tessuti diversi organizzati in una struttura unica con compiti specifici è detto organo. Ciascun organo è collegato ad altri organi che svolgono insieme una funzione complessa dell’organismo. Più organi simili che collaborano alla stessa funzione costituiscono un sistema. Più organi diversi che collaborano alla stessa funzione costituiscono un apparato.

Ambiente interno dell’organismo umano
L’organismo umano deve mantenere stabili le condizioni fisiche e chimiche del proprio ambiente interno, così da poter svolgere correttamente le proprie funzioni. Queste funzioni sono il risultato di molte migliaia di reazioni chimiche.
Questa stabilità prende il nome di omeostasi.
Le attività degli organi devono però essere regolate in modo tale che, se una qualche variazione dell’ambiente interno o esterno ostacola il loro funzionamento, quella variazione possa essere contenuta per non diventare pericolosa per la salute.

La pelle
La pelle, o cute, è l’organo più esteso del nostro corpo e ne costituisce il rivestimento.
Oltre a rivestire il corpo, la pelle svolge anche altre importanti funzioni. Essa protegge e difende il corpo dai microrganismi dalle sostanze tossiche, dai raggi ultravioletti e inoltre è impermeabile all’acqua.
La pelle svolge anche un ruolo di gestione della temperatura corporea: mediante la traspirazione fa evaporare sudore dai pori, raffreddando così il corpo se è troppo caldo, oppure come un buon isolante, limita e rallenta la perdita di calore quando fa freddo.
La pelle infine è dotata di strutture chiamate annessi cutanei, ovvero le unghie, i peli e i capelli.
La pelle e gli annessi cutanei formano l’apparato tegumentario.
La struttura della pelle

La pelle è un organo formato da uno strato esterno di epitelio, chiamato epidermide e da uno strato sottostante connettivo chiamato derma.
L’epidermide è formata da due strati: il più esterno è lo strato corneo, quello più interno è lo strato germinativo.
Il primo è formato fa cellule morte, per via della continua usura a cui sono sottoposte, sono però prontamente sostituite da quelle sottostanti, che formano lo strato germinativo, la cui funzione è proprio quella di far ricrescere le cellule.
Alcune cellule di questo strato contengono la melanina, un pigmento che protegge il corpo dai raggi ultravioletti.
Il derma è uno strato fibroso e resistente in cui si trovano molti vasi sanguigni e moltissimi organelli nervosi, chiamati recettori, specializzati nel rispondere a stimoli di varia natura.
Sotto il derma vi è un altro strato di tessuto connettivo, detto sottocutaneo, che contiene abbondante tessuto adiposo cioè ricco di grasso. Esso ha due funzioni: costituisce materiale di riserva energetica per l’organismo in quanto impedisce ad un acquisto eccessivo di calore dall’esterno sia un’eccessiva perdita di calore verso l’esterno.
Gli annessi cutanei
I peli e i capelli sono strutture sottili, caratterizzate da un fusto più o meno lungo, impiantati nella pelle. Sono formati da cellule ricche di cheratina, una proteina particolarmente resistente.
Ogni pelo cresce in una piccola cavità, il follicolo pilifero, in fondo al quale si trova il bulbo pilifero dove si formano sempre nuove cellule. Ogni pelo è dotato di un muscolo erettore capace di far rizzare i peli. I peli infatti quando fa freddo si sollevano trattenendo uno strato d’aria che funziona da isolante termico, questa particolare reazione prende il nome di orripilazione.
Annesse al pelo vi sono anche le ghiandole sebacee, che producono il sebo, una sostanza grassa che lubrifica il pelo mantenendolo morbido e difende la pelle dall’umidità.
Le unghie delle mani e dei piedi sono costituite da cheratina e si formano come specializzazioni di cellule epidermiche. Le unghie in genere appaiono di colore leggermente rosato, dovuto ai basi sanguigni presenti nella pelle sottostante.
Le ghiandole sudoripare sono strutture a gomitolo, poste nella parte profonda del derma. Attraversando l’epidermide esse sboccano all’esterno tramite piccole apertura, dette pori, che si possono osservare più facilmente sulla superficie del naso. Le ghiandole sudoripare producono circa mezzo litro al giorno di sudore.
Grazie al sudore la pelle contribuisce a depurare l’organismo, infatti il sudore elimina parte dell’acqua e dei sali minerali in eccesso.


Un’altra funzione importante della pelle è sicuramente quella di protezione. Le cellule dell’epidermide sono strettamente accostate le une alle tre; grazie a questa caratteristica, la pelle impedisce ai batteri e ad altre sostanze nocive di penetrare nel corpo

Registrati via email