Nicky83 di Nicky83
VIP 5230 punti

COMPARAZIONE TRA ATTIVITÀ ENDOCRINA E ATTIVITÀ NERVOSA

Premessa: l’attività di un organismo è molto più della somma delle attività delle sue singole parti e questo è vero anche solo perchè c’è integrazione tra i diversi organi e apparati. Questa integrazione può essere a livello vegetativo o relazionale: nel primo caso un esempio è quando ci si sveglia la mattina e si verifica l’aumento del battito cardiaco, un aumento della quantità di zucchero circolante, una stimolazione generica del tessuto simpatico e una serie di altri meccanismi che ci permettono di svegliarci. L’integrazione di tipo relazionale è quella secondo la quale grazie ai sistemi sensoriali e motori integrati fra di loro, si riesce a compiere l’azione che ci si era proposti (es.: vedo un libro e la mano lo prende).

Queste forme di integrazioni si elaborano prevalentemente ad opera del sistema nervoso, anche autonomo, e del sistema endocrino, due sistemi che, anche se funzionano in due modi diversi, sono confrontabili tra di loro.

La Ghiandola endocrina è simile ad un neurone presinaptico: entrambi portano i mediatori chimici uno nel sangue e l’altro nella membrana post-sinaptica. L’ormone è paragonabile al neurotrasmettitore. La ghiandola riversa nel sangue una grande quantità di ormone che lentamente arriva così a tutte le cellule che hanno i recettori. Così, mentre il neurone è veloce ma specifico (perchè per esempio prende contatto con un muscolo specifico e basta) la cellula endocrina è lenta ma diffusa. Ci vuole del tempo perchè tutte le cellule vengano bagnate dall’ormone trasportato nel sangue, però quell’ormone le bagna tutte.

Ci sono anche delle analogie tra il sistema nervoso e quello endocrino. Per esempio, la noradrenalina è un neurotrasmettitore liberato dal neurone post-sinaptico del simpatico che giunge anche al cuore aumentandone la frequenza cardiaca. La ghiandola Midollare del Surrene, posta sopra i reni, produce l’ormone adrenalina che trova dei recettori anche nel cuore. Il cuore risponde all’adrenalina nello stesso modo che alla noradrenalina, cioè aumentandone la frequenza cardiaca. Quindi, in questo caso, sia la stimolazione simpatica (nervosa) che quella ghiandolare (endocrina) hanno lo stesso effetto, solo che la prima è più veloce della seconda.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email