Ominide 152 punti

Funzione e Struttura del Muscolo

I muscoli possono essere suddivisi in 2 categorie:
- cellule muscolari striate, con elevata potenza, efficienza e consumo di ATP, tipiche della muscolatura scheletrica.
- cellule muscolari lisce situate prevalentemente nelle pareti degli organi cavi.
a) scheletrico: il cui movimento è legato a azioni volontarie dell individuo. È striato.
b) Cardiaco: il movimento del cuore. È striato nonostante il suo moto è involontario.
c) Liscio: è composto da fibre lisce. Il movimento è involontario.
Miofibrilla: subunità della fibra muscolare avvolta nel reticolo endoplasmatico + tubuli T. all’interno sono presenti i sarcomeri (unità contrattile) costituiti da filamenti di actina,tropomiosina e troponina che formano i filamenti sottili (strie Z) e miosina, che forma i filamenti spessi (ponti).

Contrazione muscolare

La contrazione muscolare è provocata dalla stimolazione sinaptica dei motoneuroni (invio ai muscoli delle fibre motrici che entrano in contatto con le fibre muscolari tramite la sinapsi)
-il motoneurone libera acetilcolina (neurotrasmettitore) che diffonde e genera un potenziale postsinaptico eccitatorio (potenziale d’azione muscolare).
-questo potenziale si irradia attraverso i tubuli T
-viene eccitato il reticolo endoplasmatico -> ioni calcio
è il risultato dello scorrimento di filamenti spessi e sottili, gli uni sugli altri. i ponti trasversali di miosina, utilizzando energia fornita dall’AtP,si incurvano e ristabiliscono i contatti con il filamento sottile un po piu avanti.la contrazione dipende dal numero di fibre muscolari coinvolte e dalla frequenza dei potenziali d’azione in ciascuna fibra.
controllo muscolare= il muscolo si contrae quando i siti di legame dell’actina sono esposti, si rilassa quando sono protetti da sottili filamenti( proteine accessorie).
-la loro posizione è determinata dalla concentrazione di ioni calcio.
>giunzioni neuromuscolari: quando un opotenziale d’azione raggiunge la sinapsi, il motoneurone libera un neurotrasmettitore(acetilcolina) che raggiunge i recettori sulla fibra muscolare, generando un potenziale postsinaptico eccitatorio.(EPSP)

Registrati via email