Erectus 408 punti

L'apparato digerente

- L’apparato digerente provvede alla scissione delle grosse molecole ingerite col cibo mediante un’azione meccanica e un’azione chimica che è seguita dall’assorbimento dei prodotti di tale scissione. Esso è costituito da un lungo tubo lungo il quale il cibo procede e si rimescola grazie ai movimenti peristaltici, e dalle ghiandole che riversano in esso il loro secreto contenente gli enzimi digestivi (ghiandole salivari, pancreas e fegato). Il tubo digerente ha inizio con la bocca, prosegue con la faringe, l’esofago, lo stomaco e l’intestino (tenue e crasso), e termina con l’ano.

- Nella bocca il cibo è sminuzzato dai denti e impastato con la saliva, trasformandosi in bolo alimentare; nella saliva è contenuta l’amilasi salivare, che trasforma l’amido cotto in zuccheri semplici.

- Il bolo è spinto nella faringe e quindi nell’esofago e nello stomaco. La chiusura dell’epiglottide impedisce il suo ingresso nelle vie respiratorie.

- Nello stomaco il cibo è trasformato in chimo grazie all’azione dei succhi gastrici contenenti acido cloridrico, che per l’azione dell’acido si trasforma in pepsina, un enzima che scinde le proteine, muco e l’ormone gastrina.

- L’intestino tenue è lungo circa 6 metri e si divide in duodeno, digiuno e ileo. In esso grazie alle secrezioni del pancreas e del fegato, che si riversano nel duodeno, e al succo enterico, prodotto della sua stessa mucosa, si completa la digestione e il cibo si trasforma in chilo. L’assorbimento della maggior parte dei prodotti della digestione avviene nei villi intestinali. L’attività dell’intestino tenue è controllata dalla colecistochinina e dalla secretina.

- Il fegato produce la bile, un liquido giallo – verdastro che si raccoglie nella colecisti (o cistifellea) e che contiene i Sali biliari che intervengono nella digestione dei lipidi riducendoli in piccole goccioline. Il pancreas produce il succo pancreatico contenente bicarbonato, che neutralizza l’acidità del chimo, amilasi pancreatica, che completa la digestione dell’amido, lipasi pancratica, che idrolizza i grassi, e tripsina, chimotripsina e carbossipeptidasi, che completano la digestione delle proteine.

- L’intestino crasso è lungo circa 1,5 metri e si divide in cieco, colon e retto. In esso si completa il processo di assorbimento e vengono assimilati l’acqua e i Sali minerali. La massa residua è eliminata attraverso l’ano.

Registrati via email