Anatomia di sezione

Una volta che si sarà capaci di riconoscere le immagini in sezione, sarà anche più semplice studiare l’anatomia e la fisiologia umana.
Per descrivere un oggetto tridimensionale sono necessari 3 piani, quindi in anatomia avremo 3 piani di sezione (una sezione è una veduta singola lungo uno di questi piani):
- piano trasverso: interseca perpendicolarmente l’asse longitudinale del corpo, dividendolo in parti superiore ed inferiore;
- piano frontale (o piano coronale): si estende dal lato destro a quello sinistro del corpo, parallelamente all’asse longitudinale, dividendo il corpo in sezioni anteriore e posteriore;
- piano sagittale: si estende dalla parte anteriore a quella posteriore del corpo, sempre parallelamente all’asse longitudinale, dividendo il corpo in parte destra e parte sinistra.
Poi in aggiunta si hanno anche:

- piano mediosagittale: passa attraverso la linea mediana, dividendo il corpo in parte destra e sinistra;
- piano parasagittale: parallela al piano sagittale, divide il corpo sempre in parte destra e parte sinistra ma di dimensioni differenti.

Termini direzionali:
- Anteriore = davanti
- Ventrale = lato addominale
- Posteriore o dorsale = retro / dietro
- Craniale o cefalico = testa
- Superiore = livello più alto, sopra, verso la testa
- Caudale = coda (nell’ uomo il coccige)
- Inferiore = sotto, ad un livello inferiore
- Mediale = verso l’ asse longitudinale del corpo, verso il piano mediano di simmetria
- Laterale = lontano dall’ asse longitudinale del corpo
- Prossimale = verso il punto di attacco
- Distale = lontano dal punto di attacco
- Superficiale = su, vicino o relativamente vicino alla superficie corporea
- Profondo = più lontano dalla superficie corporea.

Hai bisogno di aiuto in Anatomia e Fisiologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email