Genius 17364 punti

L’AIDS: la sconfitta del sistema immunitario

• Che cos’è l’AIDS? (sindrome da immuno deficienza acquisita)
E’ una grave malattia del sistema immunitario, causata da un virus particolare, chiamato HIV. Il virus HIV infatti i linfociti T-helper e li distrugge: poiché questi linfociti hanno un ruolo importante nella regolazione delle difese immunitarie, la loro distruzione da parte del virus HIV determina una progressiva riduzione delle difese naturali dell’organismo.
Le persone infettate dal virus HIV non sono in grado di difendersi dall’attacco di ogni tipo di microrganismo e anche la più banale infezione può diventare grave.
La deficienza del sistema immunitario facilità la comparsa di tumori maligni.
Nonostante i progressi della ricerca, non esiste ancora una terapia risolutiva.
• Il Sieropositivo
Quando un individuo si infetta con il virus HIV, il suo organismo produce anticorpi contro il virus, ma questi anticorpi non sono in grado di bloccarlo.
La presenza di questi anticorpi anti-HIV ci consente di sapere attraverso un semplice esame del sangue se l’individuo è o non è infetto dal virus HIV: se nel siero sanguigno sono presenti anticorpi l’individuo è sieropositivo, è infetto e contagioso.
Il sieropositivo non è subito malato di AIDS: occorrono infatti mesi o anni prima che il virus HIV danneggi il sistema immunitario e si verifichino quelle infezioni che caratterizzano l’AIDS. Fino ad allora, il sieropositivo è un portatore san: sta apparentemente bene ma è contagioso.
Per evitare il contagio non è sufficiente mantenere delle precauzioni nei rapporti con i malati di AIDS, perché la maggior parte delle persone infette non sono ancora malate, sono solo sieropositive: le precauzioni, i comportamenti prudenti vanno adottati nei confronti di tutti, malati e non.
• Il contagio
Il virus HIV non è molto resistente nell’ambiente esterno: l’AIDS si può trasmettere solo attraverso il sangue e i rapporti sessuali.
Attraverso il sangue vuol dire attraverso le trasfusioni di sangue ed emoderivati infatti, ma anche attraverso oggetti contaminati da sangue infetto: aghi, siringhe, rasoi, forbicine, lamette.
Attraverso i rapporti sessuali vuol dire che in un rapporto sessuale tra un soggetto infetto e uno non infetto si può verificare il contagio se non si adottano opportune precauzioni, in particolare l’uso del preservativo.
L’AIDS non si trasmette nei normali rapporti sociali e affettivi, attraverso strette di mano ecc… per questo non è giusto isolare i malati di AIDS, che hanno invece bisogno dalla massima solidarietà da parte di tutti.

Registrati via email