Ominide 637 punti

Canali e Circuiti di trasmissione

Canali di trasmissione

"Un canale di trasmissione è una via dove si ha un flusso di informazioni",
si hanno tre tipi di canali:

[math]\triangleright[/math]
Simplex

[math]\triangleright[/math]
Duplex

[math]\triangleright[/math]
Half duplex

Un canale viene detto "simplex" se la trasmissione può avvenire solo in un senso, ad esempio da A a B; B può essere un centro di raccolta dati che vengono convogliati provenendo da terminali come A, distribuiti sul territorio. Qui sotto è riportato un esempio grafico della trasmissione simplex.

simplex

Un canale viene detto "half-duplex" (semi-duplex) se la comunicazione è possibile sia da A verso B che da B verso A, però non contemporaneamente.
La linea può essere a quattro fili, due per ogni senso di trasmissione, oppure a due fili, commutati nella direzione di trasmissione richiesta.
Qui sotto è riportato un esempio grafico della trasmissione halfduplex.

halfduplex

un canale viene detto "duplex", o anche "full-duplex", se la trasmissione può avvenire contemporaneamente nei due fili, però con le informazioni nei due sensi allocate in bande diverse.
Qui sotto è riportato un esempio grafico di trasmissione duplex.

duplex


Circuiti di trasmissione

Per circuiti di trasmissione si intendono i mezzi fisici mediante i quali può avvenire un flusso di informazioni fra due apparecchiature terminali.
Le caratteristiche qui sotto elencate sono tipiche di questi circuiti.

[math]A\big)[/math]
Circuiti commutati o dedicati

Il circuito commutato o "switched circuit" è una rete tale che il terminale chiamato viene connesso al terminale chiamante automaticamente, dopo che è stato composto il numero che lo contraddistingue.

La connessione viene effettuata in centrale, tramite apparecchiature di commutazione automatiche.
Il circuito dedicato "dedicated circuit" o "leased circuit" è caratterizzato dalla presenza di una connessione fissa, diretta, fra due utenti di una rete di comunicazione. Nei confronti del circuito commutato hai i seguenti vantaggi:

[math]\triangleright[/math]
Elimina il tempo di attesa, necessario perchè si stabilizza il collegamento;

[math]\triangleright[/math]
Permette il condizionamento della linea, dato che la linea utilizzata è sempre la stessa;

[math]\triangleright[/math]
Ha un costo minore quando l'uso del collegamento è alto.

Il circuito dedicato ha tutta via degli inconvenienti:

[math]\triangleright[/math]
Non possiede la diffusione capillare della rete commutata;

[math]\triangleright[/math]
Ha un costo maggiore se, non viene utilizzato frequentemente.

[math]B\big)[/math]
Circuiti a due o quattro fili

La connessione fra utente e centrale viene generalmente realizzata tramite una linea a due fili che consenta collegamenti half-duplex. Tuttavia sono possibili collegamenti in full-duplex ma solo se le informazioni scambiate nei due sensi occupano bande e frequenze diverse; perciò si preferisce parlare di circuito a quattro fili, anche se fisicamente la linea è bifilare.
Sono a quattro fili i collegamenti interurbani e possono essere a quattro fili anche i collegamenti fra utente e centrale; in questo caso una coppia di fili serve per la trasmissione e l'altra per la ricezione, realizzandosi cosi una canale di tipo full-duplex.

[math]C\big)[/math]
Tipi di configurazioni

[math]1\big)[/math]
Configurazione punto a punto (point to point)

puntoapunto

quella riportata qua sopra è una linea punto a punto semplice creata collegando due terminali, vicini o lontani; il canale è di tipo half-duplex o full-duplex.
Mentre nella linea riportata qui sotto ogni terminale è collegato punto a punto con il computer; realizzando nel complesso una configurazione a stella.

puntoapuntoastella


[math]2\big)[/math]
Configurazione multidrop (multipoint)

Se ad una linea punto a punto a stella sono collegati altri terminali otteniamo una linea multidrop.
La configurazione multidrop viene utilizzata quando i terminali trasmettono in linea in modo intermittente; si riesce cosi ad utilizzare la linea in modo più efficiente che nella configurazione a stella.
Un terminale è detto primario o di controllo, in quanto ha la funzione di controllare il flusso di informazioni nel circuito; gli altri terminali sono detti secondari.

Nella figura qui sotto illustrata il computer funge da terminale di controllo.

multidrop

[math]D\big)[/math]
Tecniche di collegamento

La più semplice linea di collegamento è la coppia di conduttori isolati.
Più coppie sono generalmente riunite in modo da formare un cavo; per ridurre le interferenze che si presentano i conduttori vengono attorcigliati.
Per aumentare il numero di canali trasmessi lungo un unico supporto c'è stato bisogno dell'introduzione di particolari cavi; come quelli coassali; terrestri o sottomarini, caratterizzati da una banda più larga di frequenze che possono essere trasmesse.
Un ulteriore aumento della banda si ottiene utilizzando le guide d'onda e le fibre ottiche.
Un'altra tecnica di collegamento di basa sulla trasmissione per utilizzo di onde radio, anziché di trasmissione su supporto metallico
La propagazione può avvenire dunque per onda ionosferica o per scattering troposferico; tramite microonde o tramite satellite.

Registrati via email