cb.rr95 di cb.rr95
Ominide 828 punti

Struttura interna della Terra - mantello e nucleo

Mantello
E’ compreso fra le due discontinuità e ha uno spessore considerevole. Si possono individuare due mantelli: uno superiore in cui si distinguono vari strati con proprietà differenti, e uno inferiore più omogeneo.
1. Il Mantello superiore: si estende fino ad una profondità di 700km ed è formato da rocce ultrafemiche che hanno composizione molto simile a quella delle peridotiti. Inizia con la MOHO (che segna il passaggio dalla crosta al mantello)e si può dividere a sua volta in più strati:
- mantello litosferico : è il mantello immediatamente sottostante la MOHO e si estende fino a 100 km; è rigido e più denso della crosta, ma nonostante questa differenza, crosta e mantello litosferico si comportano come un unico, rigido blocco e reagiscono agli eventuali sforzi come un tutt’uno. A questo involucro esterno (crosta+parte rigida del mantello superiore) viene dato il nome di litosfera.

La litosfera è uno strato rigido ed elastico, ha uno spessore diverso in corrispondenza delle aree continentali e oceaniche.
- l’ Astenosfera :è lo strato sotto la litosfera e si estende fino a 250 km; in questa zona la velocità delle onde sismiche si riduce considerevolmente.
Essa non è uno strato completamente fuso, ma uno strato plastico nel quale i materiali si comportano come una poltiglia, perciò si ritiene che vi siano materiali fusi e solidi insieme.
Non sembra vi sia differenza di composizione chimica tra l’astenosfera e il mantello litosferico ma esse sono facilmente distinguibili dal punto di vista fisico: infatti la litosfera è una zona rigida, mentre l’astenosfera è una zona in cui le rocce possono rompersi facilmente.
-[s] la Mesosfera[/s]: zona che si trova sotto l’astenosfera e si estende dal limite dell’ astenosfera, fino a 700 km. Qui le onde sismiche accelerano: ciò dipende da un cambiamento dell’organizzazione dei materiali, che sono rigidi e organizzati in strutture cristalline.

A circa 700km di profondità si osserva un nuovo incremento della velocità delle onde sismiche,e si passa dal mantello superiore a quello inferiore.
2. MANTELLO INFERIORE: In questo strato sarebbero presenti soprattutto ossidi femici, più densi dei materiali sovrastanti, e la densità dovrebbe aumentare gradualmente, fino alla transizione con il nucleo.

Nucleo
occupa la zona compresa tra il centro della Terra e la discontinuità di Gutenberg (costituisce più del 14%del volume totale della Terra). Ha una densità elevatissima.
Per quanto riguarda la natura del nucleo: in passato si riteneva che il nucleo contenesse solo ferro o al più nichel, oggi si reputa la presenza di altri elementi meno pesanti, come silicio, zolfo o ossigeno perché la densità di un nucleo di solo ferro, o di ferro e nichel, sarebbe maggiore dei valori calcolati.
All’interno del nucleo la discontinuità di Lehmann distingue il nucleo interno da quello esterno.
Nucleo esterno: si comporta come un fluido, costituito da ferro e nichel e altri elementi più leggeri come silicio e zolfo. Ha uno spessore di 2270km.
Nucleo interno: si comporta come un solido, costituito essenzialmente da una mescolanza di nichel e ferro.

Registrati via email