sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Le Rocce Organogene-

Le Rocce Organogene sono rocce formate quasi solamente dall’accumulo di sostanze legate ad un’attività biologica.
Si suddividono in base all’ambiente di origine in:
• Rocce Bioclastiche, formate da accumuli di gusci e apparati scheletrici (ad esempio ammassi di conchiglie).
• Rocce Biocostruite, formate da ammassi di organismi, i cui apparati scheletrici esterni possono saldarsi l’uno con l’altro (ad esempio le scogliere e gli atolli costituiti da spugne, polipi, coralli).
• Depositi Organici, formati da accumuli di sostanza organica vera e propria, dalla cui trasformazione nel tempo prendono origine depositi di, ad esempio, carboni ed idrocarburi.

Le Rocce Organogene Carbonatiche comprendono i Calcari organogeni, che derivano dall’accumulo di gusci calcarei; questi gusci sono costituiti da carbonato di calcio (CaCO3), minerale noto come ‘calcite’.

Essi si formano anche dall’attività di organismi che usano la calcite per rivestirsi di parti scheletriche, come i coralli.
Oltre ai calcari, si trovano anche le Dolomie, formate dal minerale ‘dolomite’, la cui formula è CaMg(CO3)2.

Le Rocce Organogene Silicee sono date dall’accumulo di gusci di organismi che utilizzano la silice invece della calcite.
Tra le rocce più diffuse vi è la Selce, formata da SiO2, la silice.

I Depositi Organici: Carboni Fossili e Idrocarburi.
I Carboni Fossili sono rocce organogene che derivano dalla fossilizzazione di grandi masse di vegetali in zone con poco ossigeno.
Gli Idrocarburi sono miscele di composti del carbonio e dell’idrogeno a cui si aggiungono piccole quantità di composti ossigenati, azotati e fosforati.
In natura si trovano idrocarburi solidi (asfalti, bitumi), liquidi (petrolio) e gassosi (metano).
Gli Idrocarburi derivano dalla decomposizione di sostanze organiche che si sono accumulate sui fondali marini.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email