Ominide 6600 punti

I margini divergenti

I margini divergenti si trovano per lo più lungo le creste delle dorsali oceaniche e vengono considerati margini costruttivi perché è in queste zone che si forma nuova litosfera oceanica.
Infatti, mentre le due placche si allontanano dall'asse della dorsale; le frattura che si formano vengono riempite dal magma che risale dall'astenosfera calda sottostante. Gradualmente il magma si raffredda e va a costituire nuove porzioni di fondo oceanico. Questo processo di separazione e di formazione di nuova crosta è continuo: in questo modo i fondi oceanici si espandono, come Hess aveva intuito.
Lungo i margini divergenti il fondo oceanico è in rilievo e forma una dorsale oceanica. La cresta della dorsale di solito è elevata di 2-3000 m rispetto ai bacini oceanici adiacenti, e la sua larghezza varia tra 1000 e 4000 km. Inoltre, lungo l'asse di alcuni segmenti di dorsale si trova un solco delimitato da grandi faglie; chiamato rift valley. Il sistema delle dorsali oceaniche interconnesse si estende per 70000 km e rappresenta il più lungo elemento topografico del pianeta.

I margini divergenti si possono sviluppare anche all'interno di un continente, del quale determinano la suddivisione in due o più parti di dimensioni minori: è proprio il meccanismo che Alfred Wegener aveva proposto per spiegare la frammentazione della Pangea.
Sembra che la separazione di un continente inizi con la formazione di una depressione allungata, chiamata rift continentale, analoga al rift presente sulla cresta delle dorsali oceaniche. Un esempio attuale di rift continentale è la Great Rift Valley in Africa orientale.

Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email