Isostasia


L'isostasia è la tendenza della crosta a raggiungere una posizione di equilibrio attraverso il galleggiamento. Questo termine una condizione di uguale equilibrio nei confronti della forza di gravità,di settori della crosta terrestre piatti a quote diverse.
Quando un settore di crosta si deforma si inarca e si solleva lentamente formando una catena montuosa. Con la deformazione il settore aumenta di spessore e diventa dunque più pesante. In questo modo sprofonda nel mantello. In superficie a quel settore corrisponde una catena montuosa,la quale rimane sollevata perché è sostenuta dalle radici dell'orogeno. Pian piano l'erosione alleggerisce la catena montuosa che diventa spianata e dunque le radici spariscono. La crosta oceanica galleggia sul mantello al di sopra del quale affiora stratificata regolarmente. La Moho è dunque la posizione di equilibrio raggiunta dalle croste nel loro galleggiare sul mantello.

Il mantello fa posto alle radici,poiché è sollecitato da una forza,il terremoto. Lo sforzo esercitato dalla crosta dura per milioni di anni ed il mantello reagisce come un materiale fluido e scorre,anche se molto lento.


Espansione e subduzione


Secondo l’ipotesi dei fondi oceanici, il rilievo delle dorsali è sostenuto dalla risalita di materiale caldo nel martello; provocando l’inarcamento della litosfera e della sua frammentazione. Quindi la rift valley non è che una “crepa” lungo la quale del materiale fuso risale e alimenta il vulcanismo della dorsale, i cui prodotti una volta divenuti solidi contribuiscono alla formazione di nuova crosta oceanica mentre sotto si accresce nello stesso tempo nuovo mantello.
A sua volta la litosfera, trascinata dai movimenti del martello, si allontana in direzione opposte a partire dalla rift valley, si raffredda, e per la conseguente contrazione, diviene più densa e si abbassa rispetto alla dorsale.
Questo incurvamento verso il basso della litosfera determina la formazione di una fossa abissale.
Nella sua discesa la litosfera incontra zone a temperature via via più elevate e comincia a fondere.
Una parte risale in superficie, dove alimenta l’attività vulcanica che si manifesta a una certa distanza dalle fosse.
La discesa della litosfera, lenta e ormai divenuta più fredda e pesante,è chiamato subduzione.
Hai bisogno di aiuto in Geologia?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email