Ominide 50 punti

I Vulcani

L’attività vulcanica
Da una fessura della crosta terrestre escono nubi di vapori e gas, miste a frammenti solidi incandescenti. A partire della fessura scorrono via torrenti di fuoco di colore rosso-arancio. Nell’eruzione, vengono emesse energia e materia. La materia prende il nome di magma che proviene dall’interno della terra ed è formata da rocce fuse, miste a gas e vapori. Il magma, fuoriesce in superficie a temperature altissime, comprese tra 800 e 1200 gradi, perdendo gran parte dei vapori e dei gas, e il resto che rimane si chiama lava.
Il magma impiega da 30 000 a 100 000 anni a risalire in superficie e proviene dalle zone dell’astenosfera situate tra i 50 e i 200 km di profondità. Nel risalire si raccoglie in enormi gocce di materiale fuso e risale attraverso fratture nelle masse rocciose solide. La roccia fusa è meno densa della roccia solida e tende a risalire verso la superficie terrestre per galleggiare .
Sotto il vulcano c’e una zona dove si raccoglie il magma chiamata camera magmatica e si trova fra 3 e 10 km di profondità. Quando arriva in superficie il magma passa attraverso un condotto chiamato camino o condotto vulcanico.
La lava emessa nelle successive eruzioni si raffredda e si solidifica formando il rilievo a forma di cono che costituisce l’edificio vulcanico o vulcano.
Il magma fuoriesce da un’apertura detta cratere o bocca , situata alla sommità di un vulcano.

Le eruzioni vulcaniche
Quando il magma arriva vicino alla superficie e la pressione diminuisce notevolmente, si verifica un processo analogo e i vapori e i gas contenuti nel magma si espandono e si formano grosse bolle che salgono verso la superficie trascinando con loro il magma.
Dopo che i gas contenuti nel magma si liberano nell’atmosfera, il magma risale più lentamente e l’emissione della lava diventa più tranquilla.

Eruzioni effusive ed eruzioni esplosive.
I magmi possono essere più o meno viscosi. Un magma ha un’alta viscosità se contiene una grande quantità di silice (SiO2). In questo caso la massa fusa è poco fluida e scorre lentamente. Se invece il magma ha un basso contenuto di silice, è poco viscoso e tende a scorrere velocemente. Un magma è più fluido se la sua temperatura è elevata.
Quando in un vulcano le eruzioni non sono molto frequenti e il magma è viscoso, all’interno del camino vulcanico la massa fusa può solidificare e formare una specie di tappo chiamato tappo magmatico. Con il tempo, il magma che risale dalla camera magmatica si accumula nel condotto e preme contro il tappo magmatico.

Quando la pressione è sufficientemente elevata, il tappo viene frantumato. Allora i gas, i vapori e i frammenti solidi incandescenti fuoriescono dal cratere con estrema violenza e si ha un eruzione esplosiva.

In un magma poco viscoso, i vapori e i gas fuoriescono con facilità e in modo non violento dalla massa fusa che risale lungo il camino vulcanico. Il magma trabocca sul terreno in modo abbastanza continuo e da origine a emissioni di lava relativamente tranquille. La lava si allontana dal cratere formando “fiumi” di materiale incandescente, chiamati colate laviche e si ha, un eruzione effusiva.

I prodotti dell’attività vulcanica
Le eruzioni effusive emettono lava più o meno viscosa. La lava scorre lontano dal cratere e assume forme e strutture diverse :
1) La lava a blocchi è la lava viscosa che, raffreddandosi assume una superficie irregolare
con blocchi dagli spigoli aguzzi.
2) La lava a corda è la lava fluida che, raffreddandosi assume l’aspetto di un ammasso di corde.
3)La lava a cuscini è la lava emessa a vulcani sottomarini che forma strutture arrotondate.

I piroclasti o frammenti di fuoco sono i frammenti solidi che vengono lanciati nell’aria, e hanno dimensioni diverse. Possono essere blocchi di alcuni metri, bombe grandi da qualche centimetro a qualche decimetro, lapilli tra 2 centimetri e 2 millimetri, e ceneri di dimensioni inferiori al decimo di millimetro.
Gli edifici vulcanici
La forma del vulcano dipende dal tipo di magma che fuoriesce dal cratere e dal tipo di territorio in cui si verifica l’attività vulcanica.

Nelle dorsali oceaniche , il vulcano e detto lineare perchè e una lunga stretta fessura della crosta. Il più grande vulcano lineare si chiama Laki e si trova in Islanda .
Se il magma fluisce in superficie attraverso un condotto principale centrale, il vulcano è un vulcano centrale.
Se la lava è molto fluida, scorre ai lati del cratere solidificando lontano e si forma un edificio vulcanico massiccio, con scarsa pendenza chiamato vulcano a scudo.
In un vulcano centrale si possono alternare emissioni di magma fluido ed emissioni di magma più viscoso e sui fianchi dell’edificio vulcanico si formano strati di basalto, strati di cenere e prodotti piroclastici. Il vulcano diventa una montagna detta stratovulcano , che è alta ed ha forma conica.

Registrati via email