angemik di angemik
Ominide 71 punti

Uccelli marini

Molte specie di uccelli si sono adattate a una vita a stretto contatto con l'acqua e traggono dal mare il nutrimento,cibandosi di piccoli pesci,crostacei e plancton. Alcuni di essi sono grandi e maestosi,come gli albatri, capaci di volare senza sosta per giorni,fermandosi a terra solo per riprodursi e nidificare,altri sono piccoli, come i petrelli delle tempeste,altri ancora nn sanno neppure volare,come i pinguini. Le berte e gli uccelli delle tempeste volano radenti le onde,le fregate restano in volo per giorni senza mai sfiorare l'acqua e raggiungendo la formidabile quota di 2500 metri. Tutti questi uccelli hanno zampe palmate e penne impermeabili,profili affusolati adatti al volo e qualche volta anche al nuoto,scarsa capacità di camminare sulla terraferma. Sulle scogliere dei mari più freddi e pescosi si trovano colonie di uccelli chiassosi, come le urie e i pulcinella di mare.Il re della scogliera Mediterranea è il gabbano realedall'elegante livrea biancae grigia,che fa risuonare le sue potenti urla mentre compie ardite evoluzioni sulle onde.Ma anche le spiagge sono ricche di uccelli,con zampe lunghe e becco sottile, per stanare gli insetti nascosti nella sabbia o sotto il pelo dell'acqua;tra questi i più comuni sono la beccaccia di amre e il piccolo fratino,che riveste il proprio nido con i gusci di conchiglie.

Registrati via email