L'energia
Ogni nostra attività e ogni nostro gesto comportano un consumo di energia. Infatti l'energia è alla base di tutte le attività umane. Occorre ENERGIA ogni volta che si compie un LAVORO: energia e lavoro sono in stretta relazione, cioè sono direttamente proporzionali. L'unità di misura internazionale dell'energia, del calore e del lavoro è il Joule.
Ci sono tante forme di energia e le principali sono:
Energia Meccanica e potenziale cioè quella posseduta dai corpi che si trovano ad una certa altezza;
Energia Meccanica cinetica cioè quella che possiedono tutti i corpi che si spostano;
Energia Chimica cioè quella contenuta in determinate sostanza chimiche;
Energia Termica cioè quella che si ottiene durante una combustione;
Energia Radiante cioè quella che emana il sole sotto forma di onde;
Energia Elettrica cioè quella fornita dai generatori di corrente elettrica;
Energia Nucleare cioè quella contenuta nel nucleo dell'atomo.

Le fonti di energia si possono classificare in fonti non rinnovabili e fonti rinnovabili
Le fonti non rinnovabili sono così definite perchè vengono consumate con così tanta rapidità che è impossibile che si ricostituiscano seguendo gli stessi lentissimi processi naturali. Appartengono a questo gruppo i combustibili fossili, il carbone, il gas naturale, il petrolio e l'uranio.
Le fonti rinnovabili invece sono definite così perchè sono praticamente inesauribili, come quelle ricavate dall'energia solare, dall'energia geotermica, dal vento, dalle biomasse.. ECC

Combustibili Fossili
I combustibili fossili sono sostanze che si sono formate nel corso di milioni di anni. Si trovano sepolti nel sottosuolo a profondità variabili e possiedono un alto contenuto di energia chimica che, mediante la combustione si trasforma in energia termica a sua volta trasformabile in altre forme di energia.
I combustibili fossili possono essere solidi (carbon fossile), liquidi (petrolio) e gassosi (metano).
Possono essere inoltre naturali che sono quelli utilizzati così come si trovano in natura, e artificiali.

-Il carbon fossile
E' un combustibile solido naturale, ricco di carbonio, originato circa 300 milioni di anni fa dalla decomposizione di intere foreste. Le piante sarebbero state sommerse dalle acque e successivamente ricoperte da sedimenti rocciosi. Questi sedimenti avrebbero causato lo sprofondamento dei primi strati cosicché le piante si sarebbero carbonizzate, arricchendosi di carbonio.

Il carbone si trova in giacimenti la cui profondità dipende dall'età del carbone stesso.
A seconda dell'età di formazione e della percentuale di carbonio, si distinguono quattro tipi di carbone: torba, lignite, litantrace e antracite.

-Il petrolio
Il petrolio ha un'origine più recente rispetto al carbone. I suoi giacimenti si sono formati per lenta decomposizione di vegetali e animali marini, rimasti imprigionati in sacche sotterranee delimitate da rocce impermeabili. I giacimenti di petrolio si trovano a profondità che arrivano oltre i 10'000 m.
Il petrolio greggio si presenta come liquido denso e viscoso. I costituenti principali del petrolio sono gli idrocarburi.

-Il metano
Il metano, anche noto come gas naturale è il più importante combustibile gassoso e copre circa un quinto dei consumi totali di combustibile. Il metano è più leggero dell'aria, non ha colore né odore e non è velenoso.
Nel settore domestico viene usato per cuocere i cibi, fornire acqua calda, e riscaldare le abitazioni.
Nel settore industriale viene usato come combustibile, soprattutto dalla industria metallurgica, alimentare, meccanica, del vetro e della ceramica.

Registrati via email